Tag Archive: tired


La MTB è in riparazione…deo gracias…e a quanto pare si è fatta meno male della sottoscritta! 😝
Io invece corro come una matta sulla chevrolet darling alla non ci fosse un domani.
Gli affari bisogna prenderli al volo! 😎
Peccato che se si lavora quasi 20 ore al giorno bisogna anche fare i conti con il frigo vuoto e la lavatrice prima o poi…
Questa settimana sono sopravvissuta a latte, biscotti e saikebon notturni e il ciclo malato inizia a vedersi sigh!
Ho sonno…tanto che oggi mi sono coricata 10 minuti alla scrivania ed invece erano passate 2 ore a ronfare….😅
E vabbè dai prima o poi le acque si calmeranno un po’ e potrò godermi un 72 ore di ‘morte cybernetica’ anch’io senza troppi rimorsi…💤🌴🍹🥰

Annunci

Okay, post molto neofita, molto tecnico e molto borioso su MTB retrò e ‘vecchie’. Bear with me.

Ora tutto questo con una premessa:
Di norma faccio giri bisettimanali (se fortunata) di 50-60 km (2, massimo 3 ore).
Se riesco a mantenere questo livello di allenamento arrivo a fine stagione (estate) capace di farne dai 75 agli 80 km senza fatica (dalle 3 alle 3,30 ore, dipende da che percorso scelgo).
In materia di velocità oraria costante vario in tiro duro dai 20/25 ai 30 km/h senza decelerazione di fine stagione.
La mia bici è sicuramente sopra ai 10kg.
Il mio peso corporeo varia dai 55kg ai 50kg, compreso lo sviluppo muscolare.
Un anno (quello della fine stagione con percorsi da 75/80km) sono arrivata addirittura a 49kg, praticamente ero pelle, ossa e prosciutti al posto delle gambe.

In teoria sono senza bici da 10 giorni, in pratica no.

Il mio ‘cancello’ preferito è da rifare totalmente davanti, dietro, sopra e sotto.
Il telaio era dei primi anni ’90 robusto come un ‘cancello’ appunto ma pesante per gli standard attuali e non sembra essersi fatto nulla a parte qualche graffio in più.
Purtroppo le leve, i fili del freno, e cerchione in alluminio da 26′ sono in stato pietoso. Il manubrio tubolare di ferro si è piegato visibilmente.

Il cambio uno shimano SIS tricorona con cassetta filetto a 6 velocità e catena grande sono riuscita a salvarlo ma era già da qualche anno che avevo intenzione di sostituirlo quindi…

Configurazione ora.
Tricorona 28-38-48T
Cassetta posteriore 14-28T

Se parliamo di sviluppo metrico la mia MTB si poteva già considerare una ‘ibrida’ perché sul piano in rapporto duro (48/14) riuscivo a fare 7,14 m abbondanti ad ogni giro del pedale e senza particolare fatica anche in leggera salita.
Sul rapporto agile (28/28)arrivavo a 2,02 m e di norma lo usavo solo con inclinazioni peggio che proibitive.

Ora…il mio desiderio nascosto è aumentare lo sviluppo metrico del rapporto duro.
Non sono particolarmente amante delle corone giganti quindi la mia idea era mantenere la vecchia impostazione e modificare il dietro (che in termini di sviluppo metrico conta di più di cosa si usa davanti) ma le mie buone speranze sono andate a P****.
Il mercato si è spostato sulle bicorone o monocorone con cambi posteriori a cassetta da 9/10/11/12 velocità.
Se volessi un rapporto 12/32 dietro sarei obbligata a cambiare la ruota posteriore per intero (l’unica che non si è fatta troppo male) oltre al resto.

L’unica opzione disponibile per ora è un cambio a filetto Sunrace vecchia scuola offertomi da un tizio, capace di portarmi a 7 velocità con 13/28 sul vecchio cerchio.
Sviluppo metrico duro 7,70 m (un buon mezzo metro!)

Ma col cambio del rapporto dietro sono obbligata anche a cambiare la catena da grande a sottile e qui il grande dubbio: la catena sottile sulla guarnitura 48/38/28 funziona?! Se sì come? Bene o male?
È meglio cambiare anche le corone?
Ed il deragliatore posteriore??
I comandi del cambio? (Il SIS montava anche cassette a 8v…mah?)

Dubbi amletici da non dormire la notte, giuro.

Intanto domani vado a recuperare un ‘cancello’ nuovo regalato e rimasto a prendere la polvere degli ultimi cinque anni.
L’ho già cavalcato e ho solo una cosa da dire: Lo odio ma sempre meglio che girarsi i pollici.
Per cronaca ha tre corone con ruote da 26 anche questo ma di massima 42t e la cassetta dietro 14/28, come il mio.
Sviluppo metrico duro 6,25 m
Ciò significa pedalate su pedalate ed ancora pedalate…per fare molta meno distanza.
In più ha una sella che dopo mezz’ora le chiappe doloranti sono il centro e culmine dei tuoi pensieri.

Oh…sarò di nuovo sulla strada presto…
Più lenta e con le emorroidi…
Ma sulla strada! 🚴🏻‍♀️💪🏻😎

MTB fracassata grazie ad una portiera apertami praticamente in faccia.
Ero ai 20 all’ora verso i 25 in accelerazione.
Immaginate la botta e come si sente la mia spalla destra…giuro che sono più incazzata per la mia povera bici.

Fracassata!

Tastiera del portatile che non risponde più nemmeno in hard reset.
Desktop che fa freeze nei momenti più impensati (quando ho bisogno di salvare la grafica appena finita, ovvio!)
Chevrolet darling senza benzina…

Questo è il succo della mia settimana precedente…poi chiedetemi perché ho un piede di porco.

Ti stamattina mi ha lanciato un’occhiata fugace ed è scappato dalla mia aura come se avessi un drago pronto a sputare fuoco.
Altro che Daenerys…

tumblr_inline_mq3e38dgwq1qz4rgp

Coexisting in life is never easy.

We humans have so many ways of thinking and seeing things and taking critics.

Sometimes you just try honestly to help and all you receive is scorn for ‘YOU are not sharing MY views, admit it!’

Of course I see what you see, but I also see what I see, and possibly have an opinion of what the rest could see…truthful or polluted it may be.

There are days I truly resent helping for I know what I will gain.

Other days I help and stay silent and regret.

Truth and pain walk on the same cobble street often.

Family is family, I guess.

4412

Oggi.

Fra nebbie e nervoso e calca.

Ressa e semi-silenzio.

Telefonate non volute ed anche alcune che ho desiderato ma sono divenute sabbie mobili.

Gente che non capisce la parola ‘impegnata’…Povero Ti!

Ed io che inforco la bici e vado.

Sí vado per non litigare e si salvi chi può.

Poi il ritorno, ore in auto.

Altro silenzio.

Io che mi dirigo in cucina pronta a prosciugare mezzo litro di tè e quindi una bella doccia.

E nella cucina ci ritrovo Ti, seduto su una delle seggiole in paziente attesa, non dovrebbe nemmeno esserci secondo la sua agenda.

Un’occhiata mi basta.

A lui no.

No.

No.

Ci sono domande che non si fanno.

Non così.

Soprattutto non a me. Mai a me.

Don’t do it, just don’t.

Life is already a bitch.

La sfiga è affamata di vendetta.

Prima non son stata bene, poi mi sono mandata a quel paese da sola perché non mi posso permettere di fermarmi.

Proprio in quel momento sul Nord-Ovest è calata la mano di gelo polare artico dopo – oso dirlo! – un’estate di San Martino di tre mesi!

Ed io tapina che torno a casa ai 50 all’ora con una strizza da cani.

La chevrolet darling che bene o male teneva la strada in piano con la sua stazza e peso da bisonte, il mio piede tenuto in punta sul pedale e le ruote che scivolavano leggermente ad ogni ripartenza da fermo ma trovavano grip per spingere.

Ed io che stupidamente spero nel traffico fantasma e nel fatto che l’ABS mi avrebbe permesso un minimo di grip…giù di discesa.

Col cavolo…

La poverella ci ha provato, io possibilmente no.

La morale della favola è che la Chevrolet Darling non si è fatta un’emerita mazza, l’auto davanti invece sì…

Io avevo letto che la neve sarebbe arrivata oggi.

C’è il sole.

Tempo di merda.

Punto.

da552d2309cc1de8fa8c90c2079dbd88

4237

I fucked up BAD today.

I don’t even know how I did it.

But fact is I just destroyed a valuable set.

Not just valuable, but rarevaluable.

Can’t we just say a collective prayer to the mass of bohemian glass pieces on the floor…

Fuck.

giphy

There are days like today.
Where I’m so fed up when I stop working in the evening.
When I just snap at little things going wrong, screaming.
I don’t have the patience to prepare my customary cup of tea before dinner nor the desire to eat, and already I skipped lunch and breakfast, like a total moron.
I’m so primitively mad I have no regrets saying ‘Fuck you!’ to the world in general.
That’s when I put my phone on hold, close the door and make a dive for the bed, punching everything I can reach.
It’s childish but harmless.
I usually get up after that for a hot bath + washing my hair.
That doesn’t really help much but I usually feel human again.
These are the days without Ti.
I can’t help it, I tried.

He’s away a lot this days and I’m deprived of my favourite ray of sunshine.
He makes me happy, he makes me angry, he knows how and has the smile of an angel.

 

All that you touch
And all that you see
All that you taste
All you feel
And all that you love
And all that you hate
All you distrust
All you save
And all that you give
And all that you deal
And all that you buy
Beg, borrow or steal
And all you create
And all you destroy
And all that you do
And all that you say
And all that you eat
And everyone you meet (everyone you meet)
And all that you slight
And everyone you fight
And all that is now
And all that is gone
And all that’s to come
And everything under the sun is in tune
But the sun is eclipsed by the moon

4126

September 21st, autumn equinox.
I found out I’m quite anemic through some blood tests.
Ti is worried, poor man.
I’m so tired I don’t truly care.
I could sleep all day long in his bed, but sadly work needs to be done. ❤

I breathe, I still walk, I came, I conquered.
I won.
…and I work on Saturdays… 😅

 

4052

Poco meno di due settimane alla fine di Agosto…

Sembra impossibile l’estate è ancora qui ma tornando per il weekend scopro che invece a casa l’estate è finita.

Ed è uno shock: fra tante cose che ho iniziato, ricominciato, portato a termine e magari messo anche in pausa. Mi sono dimenticata di questo posto che conoscevo come le mie tasche fino ad un anno fa ed un po’ perché no, questa non è più la tua casa, il centro del tuo mondo.

Al mattino, all’alba i tetti bagnati e quella luce obliqua nell’aria fredda, la tazzina di caffè che fuma mentre esci sul balcone e ti guardi intorno dopo aver dormito in camicia con tanto di copriletto.

La pelle d’oca sulle gambe, ed la pianta dei piedi – come fosse la prima volta – che allarghi inconsciamente sulla piastrella fredda per sapere che non stai sognando.

Le foglie degli alberi nei viali che raggrinziscono e cadono a terra mezze secche e mezze verdi.

La brezza del mattino che gira intorno alla casa. La certezza che ti parte nel petto: il caldo diminuirà sempre di più…e poi…

Il silenzio che segna la fine delle vacanze estive.

Summer is gone…I just didn’t see it this time…

Am I truly this old now?

Am I getting too wrapped up?

Shall I return to watch from amber shadows the dance of life?

preview.png

4046

I just had one of the worst days of my life…

Only saving grace is coming home to Ti in full exercise mode, stripped to the waist and putting strain to his biceps, and he does that only when he needs to get off something from his chest.

And then turns out his day was no better than mine…

So a call for take-out, and an opened bottle of cognac later, falling stars to watch over our heads…

There are things in life you just can’t buy…thanks above for small mercies…xD

I could die for thy beauty, my favourite jerk in the whole world!

Saturday night, disaster day.

Prosit to a better week in two days.

giphy1

4031

What if I do pray?
I know, Ti, God is nothing to me but I’m praying through this awfully hot days.
While my brain is slowly dying to death along with my eyes for the sun and humid air.
While I exercise like a madwoman.
While I drive fast on the highway.
When I find myself thinking of you, looking through tea depths, in my few moments of rest.
At 5.50 am when I usually wake.
I see what I can’t.
I hear nothing, and you are in the shell of my ear.
It is maddening more than anything else I ever knew.
If God existed it would hear my prayers, isn’t it?
If it was a benevolent God, that is…
I know you would smile that knowing crooked smile, now.
All finesse and glinting eyes.
Smoke shimmering in your breath, the sweet cherry flavour of the tobacco you use.
I can savour it on my tongue now.
Maybe the stillness of this heat will make me mad…I don’t truly care if I can have you.

And saying those dammed words that will never leave my mouth.
Shall I wait when it’s going to be too late?
Yes, because I am that kind of idiot.
Silly little thing with an iron will who can plow for its dreams in the midst of the last deathly heatwave  of the summer and then turn spineless coward with fear of an imminent end to happiness.

And I pray, yes, more than you’ll ever know.

The Travellothoner

Travel, Running, Fitness, Life, Writing.

Let's Support Them

Make them smile and happy

The Paper Drafts

Creating Art, Poetry and Fiction.

Natalie Breuer

Natalie. Writer. Photographer. Etc.

The Alchemist's Studio

Raku pottery, vases, and gifts

The Depth of Now

By Martina Korkmaz

thedihedral.wordpress.com/

Climbing, Outdoors, Life!

The Renegade Press

Tales from the mouth of a wolf

Discover

A daily selection of the best content published on WordPress, collected for you by humans who love to read.

Demoni di EFP

Una grande minaccia infesta EFP e l’intero mondo delle fanfictions! Le storie squallide!

The Minds of ...

Nelphaell Simblr (Hyde)

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Ami viaggiare? Sei sul sito giusto!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter