Tag Archive: real life


3401

You know that moment in time when you look in his general direction…
And you watch…
And you keep doing it with obvious enjoyment written all over your face…
And he catches you across the club…
The look he gives you, grinning like a fool.
And suddenly you’re not in the mood for dancing in public anymore.

Annunci

Siamo praticamente a fine Luglio (sì, io quando vedo il cartellino scattare verso il 20 del mese automaticamente sono alla fine LoL).
Non vedo l’ora di sentire il nuovo lavoro della contralto Darling.
L’estate sta finendo ed io corro.
Non ho mai corso tanto come quest’anno.
Sono 52kg scarsi ed alcuni giorni sento che sto crollando anche se mi ingozzo di Dio solo sa cosa (non guardo nemmeno cosa mangio, è già tanto se passo dal drive-in).
Abbronzatissima e vestita in jeans della mia taglia per una volta nella mia vita nei quali però i miei muscoli fanno fatica ad entrare… il colmo!!! xD

C’è una differenza dal giorno alla notte dalla Fra del 2016 a quella del 2017.
Dodici mesi di pura metamorfosi mentale e visiva.
Non sarò mai una farfalla sbirluccicosa.
Ma sono me stessa.
Con le mie idee, le mie manie e la mia fatica.
Finalmente mi amo e sono amata.
Del resto francamente me ne infischio. ❤

blue-hortensia-700x700

2346

Time is ticking out to a place I never thought of.

It’s quite weird to lose oneself into some form of memory induced dream, then let reality kick you in the face.

I’m not going to regret things I never wanted in the first place, but the possibility of them will hunt me till my last days on this Earth.

Even the ones I let go because I never truly felt to deserve.

I have many regrets, one of them is You.

I still dream of you after ten years and, when it angered me beyond my wits for your betrayal, now I find my anger is gone and I can see you for what you were.

Better than me, witty, patient and deserving of a good life.

I’m not going to let you find me, if you ever searched that is.

The longest span of my ultimate plan to give you freedom, at the very least.

I  was unworthy (still am) and today I shall remember you and hope for your happiness.

One thing only remains and I will leave it where I confessed it to myself after all this time.

I will let us lay and fester under the fragrant shade of roses and wisterias.

And someday I will follow my impractical dreams into the soil.

2331

Oh for heaven’s sake…

Person: “Why you never talk?”

Me: “What kind of silence do you like?”

Sometimes I don’t really understand people in general.

I speak when I have something to say, if I remain silent is not because I’m angry.

I am thinking.

2311

L’anno scorso è stato un trial of fire
Non avevo tempo, non scrivevo cose sensate, salute in declino, casini di tutti i generi, nuove conoscenze, vecchie conoscenze…insomma un pandemonio di cattive notizie. Ed il mio stile di vita è sceso a livelli sottoterra.

Il mio stress e la mia assunzione di caffeina hanno raggiunto livelli così alti che non riesco più a dormire.
Nel 2015 ho desiderato un mucchio di volte di comprare un pacchetto di sigarette e farmi una fumatina di almeno mezz’ora. (ho fumato qualche cicca nella mia adolescenza ma rare e poche volte quindi astinenza proprio no)
Quindi ho detto basta.

Sono istintiva e quando decido di fare qualcosa non c’è spazio per mezze misure, la faccio e la porto a termine a costo di rimanerci, stramazzata al suolo.
Ho deciso di dimagrire 10Kg, bloccare 40 numeri di cellullare di persone che non mi interessano, (re)imparare a mangiare ‘sano’ e (ri)abituarmi a fare esercizio.
Tutto questo pensiero salta fuori venerdì scorso, dicendo basta.

Ovviamente la parte del dimagrimento la sto facendo in modo sensato e consapevole.
Ho un piano settimanale, un PT su Android (che se funziona tra qualche settimana rivelerò qual è) ed – cosa più importante – una volontà d’acciaio.

Perché quando inizi ad avere il fiatone dopo solo 200 metri di salita dolce vuol dire che hai messo su troppo grasso ed il deretano ha preso la forma del sedile dell’auto.
Perché se ti strappi i muscoli, sollevando una borsa di mele di 5 Kg vuol dire che ti stai marmorizzando nella stessa posizione per troppo tempo.

2217

Sometimes you make a dent in someone else’s armor.

Sometimes others do it to you.

The only true trick is knowing how to smooth them out and still call it a day.

Sono rimasta una settimana totalmente sommersa da pasticche  ed immobile nei miei progettini scribani (sì ho cincischiato un po’ con la destra ma 500 parole in un’ora in più sgrammaticate non posso contarle come vero progresso) ed appena passano due giorni e la percentuale di medicazione mi cala nel sangue torna tutto come prima…

Che cosa diavolo ha il mio maledetto polso?!?!?!?!!

Copia incolla dell’avviso che ho lasciato su EFP:

ULTIMO AGGIORNAMENTO ASTTR:
NOTA 01.02.2015: Proprio mentre scrivevo il cap 18 ho iniziato ad avere un forte dolore ad un polso. Solo l’altro ieri mi si è gonfiata tutta la mano ed una parte di braccio quindi oggi sono andata in ospedale ed è finita che mi hanno fasciato ed imbottita con anti-inffiammatori e antidolorifici: divieto assoluto di utilizzare la mano. questa nota la sto scrivendo con la destra quindi se vedete typo sapete anche il perché. Mi dispiace per tutti voi che leggete e per chi attende rece o risp a PM. Per adesso faccio come ha detto il dottore quindi spero di tornare al più presto come nuova a pestare come un’assattanata…non vi ho dimenticato! =(

Ho il polso sinistro che mi fa un male boia senza motivo.
Non riesco a tenere nulla (ho già versato senza accorgermene più di un bicchiere d’acqua).
L’ho fasciato, ci ho sfregato alcool sopra, pensando che magari dormendo sarebbe tornato a posto.
Il dolore sta solo aumentando.
Proprio adesso che ho trovato l’idea giusta per ASTTR (capitolone questo!) mi ritrovo minus una mano ed a pestare sulla tastiera solo con la destra per un paio d’ore al giorno. Di questo passo diverrò vecchia prima di finire e nemmeno questa settimana riuscirò a betarlo.
La cosa peggiore è che ho serie difficoltà a guidare e non posso tenerlo sempre immobile…
Help?
C’è qualcuno che conosce qualche rimedio? 😕

VERGOGNA!!!!

Capitato stamattina e vi giuro che non mi sono bevuta niente!

Vado in posta per attivare una postepay.
Compilo fronte e retro (firme a volontà), consegno codice fiscale e CI.
Fin qui tutto ok.
La donna allo sportello immette un po’ dei miei dati e poi…
“Il programma non mi permette di andare avanti…”

Segue un interrogatorio su data di nascita ecc. = tutto corretto.

“Ma sei residente in Italia?”
“Sì.”
“Hai doppia cittadinanza?”
“I miei genitori sono italiani e sono nata qui.”

(A questo punto mi stavo chiedendo giustamente cosa cavolo stava succedendo e ho sbirciato sullo schermo dell’impiegata)
Fatto stava che a seconda del programma io ricoprivo una carica statale di default compresa fra Primo Ministro, Presidente della Repubblica, Ministro ecc, Ambasciatore ecc.
Mi è quasi presa una sincope.
A quel punto ho fatto stracciare i fogli e sono partita per la Posta Centrale della mia città.
Stessa procedura, stesso problema.

Qualcuno delle poste ha sbagliato a censirmi una mia richiesta di alcuni anni fa (oltretutto perfettamente funzionante) marcandomi come soggetto ‘speciale’.
Questo vuol dire per proxy che per anni ed a mia totale insaputa le Poste e tutti i vari organi di Sicurezza Italiani mi hanno tenuto sotto controllo come un delinquente, fottendosene della mia privacy.
Quando ho scoperto questo vi giuro che ero pronta a far saltare un paio di teste.

Impiegata delle poste: quale preferisci che metta? (divertita)
Io: Presidente della Repubblica. (pausa) Sciolgo il governo, mando a casa a calci in culo tutti, abolisco le tasse, rendo gratis internet, ritiro gli ultimi cinque anni di stipendio dovuto in base al tempo ‘teorico’ nel quale questa vergogna è rimasta in atto e mi trasferisco da Fidel (Castro ndr) ad affogarmi nell’alcool e nei sigari cubani. (tutto detto con tono definitivo)
L’impiegata ha smesso di ridere: La paga lo Stato, ovvio!

Tempo per risolvere questa vergogna? Tre ore e ventisette minuti.
L’ho già detto che l’Italia è un paese di merda?

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

Il Cassetto nel Cassetto

Un Mondo di Parole

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

comeseavessileali

"What a guy, what a fool am I, to think my breaking heart could kid the moon"

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Matteo Gianino

Photography Portfolio

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Il Nemico Utile

Exoriatur Lumen Quod Gestavi in Alvo

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

tuttoquestogiallo

Ventitrè estati, ventidue inverni. Immaginare storie. Scriverle con un lapis su pezzi di carta ingiallita. Scappare lontano. Viaggiare con la mente e con il cuore. Sognare una casina bianca e un giardino pieno di rose. Leggere un libro. Guardare il mare. Ascoltare in silenzio la voce dei propri pensieri. Affacciarsi su un balcone e guardare l'alba. Fotografare un istante e conservarlo gelosamente nel proprio cuore. Fumare una sigaretta su una vecchia sdraio verde mentre guardo le stelle. Immaginare qualcuno dall'altra parte del mondo. Colorare di giallo la mia vita. Giallo. Giallo, perchè è prima del rosso. Giallo, come un limone. Giallo, come la mia canzone. Giallo, perchè disturba. Giallo, come qualche miliardo di stelle.

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter