Tag Archive: pensieri


4791

Mi sento molto sola.

Ecco l’ho scritto.

Non è tanto intorno a me, quanto dentro.

Una sensazione di deserto a livello di pensieri, idee e cime da raggiungere.

Un ossimoro quando in realtà non sto per niente male.

I problemi della mia amata Chevrolet darling risolti, mai sentita ringhiare così.

Il desktop ritornato in vita, grazie ad un attento esame della babele di cavi che aveva dentro, non ha mai girato meglio d’adesso.

Grandi kaching! futuri assicurati grazie al mio occhio.

Io che, al mio solito, faccio l’autodidatta e riesco al primo colpo.

Forse è questo il punto, tutto dimostra di andare bene.

 

Ma niente è più come prima.

L’equilibrio si rompe, il disco si inclina, cade a terra e la musica si ferma.

Questa settimana compio 31 anni e non ho voglia di vedere anima viva.

Non desidero spiccicare parola.

Non voglio andare da nessuna parte.

Nemmeno per vedere te.

 

Ed il fatto che cerco rifugio in cose, suoni e storie concluse non risolve nulla.

Fa buio e freddo.

Un giorno rivedrò qualche stella probabilmente.

Ma non subito.

Why you make me work so hard
When you know that all I want
Is to make your money grow?
You’re like a baby
Who don’t got nowhere to go
I feel you eyeing me
You keep it on the low

But I can’t let you in
And I can’t keep you out
I wait for life to end
But it never comes around
And I can’t hear you call
And I can’t hear me shout

I wait for it to break
But it never comes around

And I’m lonely
Feeling like I’m falling apart

Sunday afternoon, drinking tea with Grandma Flora (my namesake!)…

A cup older than me, all baroque, made of chalk.

Sky not bluer than our eyes.

Family with three generations of blue eyes.

Home not really home anymore, still and warm.

Afternoon in amber and silence.

Peace and sighs.

Strings of dialogue unimaginable, loving her more than myself.

4650

You no more than road under my wings

Yet more than every minute spent

Battling over dreams never dreamed

Men never loved

Thoughts and actions never put to fruition

Theater words made for tragedies and stories of woe

Far away in the decades

I spent learning

we are not mirrors

but black holes made to devour

and waiting to implode

You still more than every length I walked.

“You fell in love with my flowers but not with my roots, so when Autumn arrived you didn’t know what to do.”
– (via c-oquetry)

Bright light, almost blinding
Black night, still there shining
I can’t stop, keep on climbing
Looking for what I knew
Had a friend, she once told me
“You got love, you ain’t lonely”
Now she’s gone and left me only, looking for what I knew
~ Led Zeppelin

Time is MINE

Rant in arrivo…magari anche leggermente insano quindi cercatevi un riparo finché potete.

Vi ho avvertito.

 

Da metà Novembre sono zia…tutto ok.

Oramai siamo a luglio e diciamo che tutta questa pucciosità a me non sta facendo effetto alcuno.

Oh sì, ho l’istinto umano di proteggere il più piccolo del clan da qualsiasi forma di pericolo certo ma non è che sono diventata improvvisamente idiota come tutti quelli che mi circondano.

La mia vita non rivolve su mio nipote.

E mi pare che sia pure normale…

Tra l’altro da Novembre la mia convinzione di non avere figli si è cementata in maniera definitiva.

Non ho la pazienza per badare ad un bambino piccolo, figurarsi se fosse mio figlio e non ci penso nemmeno.

 

Ma cosa davvero mi fa incazzare sono le reazioni quando dico che NON voglio nel modo più assoluto avere figli.

Tutti sorrisetti compiacenti, il sorriso freddato della mia nuora, i ‘Vedrai che cambierai idea…’ etc. etc.

Ma dico, secondo la morale comune, cosa siamo noi donne?!

Ok, sono nata femmina ma non mi viene la depressione una volta al mese perché ho sprecato una buona occasione per diventare madre.

Difficilmente mi riconosco nei modelli che ci appiccicano addosso come etichettina da cibo con pure la data di scadenza sopra.

E tutte quelle sputtanate assurde sul ticchettio dell’orologio biologico femminile…quando le sento mi si abbassa il QI, davvero.

Esistono le provette sapete e gli uteri in affitto, strano ma vero.

Anzi meglio adottare un orfano, quelli sì che hanno bisogno di affetto in questa valle di lacrime.

 

Sapete cosa?

Il mio orologio ticchetta.

Ed il mio tempo decido io come spenderlo.

Se voglio sudarmi l’anima sotto un sole a 35°C per tre ore consecutive non chiedo di certo aiuto a nessuno.

Se preferisco lavorare nei weekend non abbasso il PIL del paese.

Se fossi proprietaria di una fottuta serra di fiori non decimerei la biodiversità di cosa mi sta intorno.

Se mi piace divertirmi a letto ciò non significa che automaticamente voglio diventare madre di uno/due/tre… etc bambocci.

Se adoro sentire a ruota Led Zeppelin/Queen/AC\DC e compagnia mentre lavoro non cambia nulla da quelle che ascoltano solo Eros o qualsiasi altro artista. Ho gusti musicali eclettici e non ho mai sopportato le canzonette, è una cosa che mi porto dietro da sempre.

Se preferisco dormire  che farmi sei ore di viaggio / perdere un’intera giornata a sentire mio nipote gorgogliare frasi senza senso…beh…

Scusate tanto se al posto del cuore ho una merda e non mi sciolgo come un cioccolatino a differenza dei non presenti.

 

Sono stufa dei luoghi comuni italiani (e non).

Non sono santa e non sarò mai madre.

Amen

Blue hydrangea

cold cash divine

Cashmere cologne

and white sunshine…

LDR

You know, when I see one I always think about my Grandma’s.

Enormous flowers bigger than a man’s head, bushes tall as a full wall…

I always wondered if you could build mazes with them…

Still so blue…so intrinsically beautiful! ❤

Sto riascoltando i Nightwish dopo un’assenza di anni dalle mie playlist giornaliere.

E come tornare indietro di dieci anni per me (li avevo scoperti per caso fra il 2008 e il 2009).

O ancora più indietro, negli anni della mia infanzia a passare la notte con una torcia, un atlante e il naso rivolto all’insù per scovare le costellazioni.

Gli anni che ho passato ad ascoltarli on repeat quando il mondo aveva perso tutti i colori.
Quando io non sapevo più chi ero in realtà e tutto ciò che aveva un senso risiedeva proprio lì nelle mani di Tuom e compagni.

Sembra impossibile eppure i NW mi entusiasmano ancora adesso, adesso che sono lontana anni luce e ad ascoltarli mi viene la pelle d’oca.

Ho riletto DOR in parallelo ed è stato un connubio perfetto.

Quella fic, tutto il tempo speso a scriverla, tutte le notti passate a chiedermi che senso aveva quando in realtà ero totalmente incapace di prendere in mano ciò che restava della mia vita.

Sorrido ora nel pensare che DOR ha avuto un discreto successo solo perché ho vissuto per scrivere quella storia.

Allora non volevo ammetterlo ma ora non mi vergogno più: se non l’avessi scritta probabilmente non sarei qui a parlarne oggi.

Ho incontrato anche molte persone allora, persone che oramai non ho più sentito da un po’ ma è ok…eravamo unite da un comune amore per i NW e son sicura che nessuno di noi proverebbe niente se non un po’ di malinconia nel guardar indietro ma con un sorriso sulle labbra per tutto quello che abbiamo condiviso.

Sto guardando le stelle stanotte, un bel po’ più a Nord dell’ultima volta.

L’aria è umida e si fa tardi.

E Tuomas Holopainen ha sempre ragione su tutta la linea.

Story of your life
Time of solitude and strife
Freedom of an open road
Hope, and many miles to go
Promises to keep
Countless goldfields to reap
To be rich is to seek
To relive a memory

All the strangers on your path
Crossroads, the letters from home
The cooling embers of a Yuletide hearth
All the sounds of wilderness
The truth in which you roamed
Now your lost Rosebud has brought you back home

[Tuomas Holopainen ~ A lifetime of Adventure]

4560

Into an eclipse we run.

Not scared, barely able to breathe.

Sunlight black.

Keep the car running, never look back.

For distance is nothing when you’re not counting it with miles.

Time looks up, pushes you down, drops venom between your eyes.

No, we will never stop.

There is no shore, no security, no wings.

Only a one-way road in front of us.

We will die on a mirror, searching for truth and lies.

 

4545

I am living for the sunny days.
The rainy ones.
The hours I can escape.
The moments I know I closed a deal.
The tiny pleasures I find in the weirdest places.

I live in every breath in and out of my lungs while I ride.
I live for the lost days, the warmth of afternoons in the shade.
I live for the humid stillness of summer nights.

I run on my own two feet.
I run on my MTB down the hill at full speed.
I run on the chevrolet darling.
As the clock chimes the hour.

I am tired, I admit.
Life now is still sweeter than honey.
And my skin is turning golden under the sun.
As time goes and doesn’t come back.
As memories start to fade and music remains.
Screaming voices are getting dim in the ride.
Or maybe I’m just older.
And I still dream.

MTB fracassata grazie ad una portiera apertami praticamente in faccia.
Ero ai 20 all’ora verso i 25 in accelerazione.
Immaginate la botta e come si sente la mia spalla destra…giuro che sono più incazzata per la mia povera bici.

Fracassata!

Tastiera del portatile che non risponde più nemmeno in hard reset.
Desktop che fa freeze nei momenti più impensati (quando ho bisogno di salvare la grafica appena finita, ovvio!)
Chevrolet darling senza benzina…

Questo è il succo della mia settimana precedente…poi chiedetemi perché ho un piede di porco.

Ti stamattina mi ha lanciato un’occhiata fugace ed è scappato dalla mia aura come se avessi un drago pronto a sputare fuoco.
Altro che Daenerys…

tumblr_inline_mq3e38dgwq1qz4rgp

StarlitDen

Illustration, Concept Art & Comics/Manga

irevuo

art. popular since 10,000 BC

Luna

Pen to paper.

Human Pages

The Best of History, Literature, Art & Religion

The Travellothoner

Travel, Running, Fitness, Life, Writing.

Let's Support Them

Make them smile and happy

The Paper Drafts

Creating art, poetry, and fiction.

Natalie Breuer

Natalie. Writer. Photographer. Etc.

The Alchemist's Studio

Raku pottery, vases, and gifts

The Depth of Now

Stay Curious

thedihedral.wordpress.com/

Climbing, Outdoors, Life!

The Renegade Press

Tales from the mouth of a wolf

Discover

A daily selection of the best content published on WordPress, collected for you by humans who love to read.

Demoni di EFP

Una grande minaccia grava su EFP e sull’intero mondo delle fanfictions! Le storie squallide!

The Minds of ...

Nelphaell Simblr (Hyde)

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Ami viaggiare? Sei sul sito giusto!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

“My midnight sun hangs in the sky, the first and last wondrous invention”

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words