Tag Archive: Libri


I used to be a strange child.

In the summers I looked at the landscape under the scorching sun from the shadows.

In winter I read endless books about beautiful days, my feet tucked between the bed and the heater to stave off the cold. Often I was bored to tears by the longest talks between brothers and sisters on Sundays.

Spring was just a glimmer of dry cerulean sky.

Autumn was the time of the year I never step foot out due to the rain so I read, there was little else to be done.

Always secluded in a big quadrilater of green grass, closed by tall walls and a heavy iron gate. I rarely played with someone ‘cause they were no other children my age and I was forbidden to go out.

I read several hours a day, and I dreamed vivid dreams.

I never felt alone in my world.

I actually started to see other children only at five years old and my seclusion showed: I was not capable of instaurate friendships, I did not understand a inch of what the other children thought (and I came to the conclusion pretty soon that children my age did not think at all)

I was an introvert to the highest degree.

So I became an extrovert to not feel different and that’s what caused the “Tendencies to be a leader” note of the teachers in first grade. The leader was not me, but I could act pretty well the role for five hours a day.

Still I never really connected with people my age, it was a rarity to invite someone home or go play with other children.

Sometimes when someone came to my house to play I had to put a straight face and play with them but after a while I just stopped to be responsive and dismissed them to their own world, bored to death.

This cycle never really stopped I just ceased the extrovert persona at twelve when I understood there was no point in stressing.

I was different, end of story.

I loathe to have friendships now. They never did me any good or be useful in any way.

The only real delight to me is putting my thoughts on paper with the clarity of silence.

A pleasure greater than this I honestly still don’t know.

Dopo una lunga giornata c’é solo più una cosa che riesce a farmi drizzare le antenne.
La tazza di tè serale.
Fumante come l’incensiere da messa.
Sarà che sto invecchiando e che vedo triplo verso le dieci sera quando iniziano le mie ore notturne d’aria e scrivo (od almeno ci provo!).
Sarà quest’estate che estate non è (e che sto godendo come solo una persona dalla pelle bianca e debole alle vampate di caldo può godersi).
Sarà il fatto che davvero, non mi sono mai vergognata tanto della nostra figura di c***a nei mondiali.
Che ieri per la prima volta dopo quasi due anni ho ricominciato timidamente ad ascoltare i NW e ci ho ritrovato ‘l’emozione‘.
No, non tornerò di certo a riempire pagine e pagine su Tuomas&company ma quelle passeggiate malinconiche in mezzo ai castagni sì.
Non sono mai veramente smesse, come le letture della mezzanotte (in questo caso Laclos) e gli occhi all’insù verso i baldacchini di foglie e le stelle.
Sarà che ho salvato tutte le rose della mia vecchia nonnina e stanno fiorendo assieme alle ortensie come mai le ho viste negli ultimi dieci anni.
Sarà che essere soli non significa non avere niente da perdere.
La compagnia non serve a niente, se non a perdere tempo ed uccidere quelle frasi che hai sulla punta della lingua nel momento perfetto.
Non adoro la gente, preferisco molto di più la tazza, il libro, la penna e la carta ed i boschi dove a parlare c’è solo il vento fra le foglie e non si offende se non gli presti caso.

Is it better to out-monster the monster
                           or to be quietly devoured?

– F. Nietzsche

The Bird of Hermes is my name, eating my wings to make me tame.
I’m Hermes, I’ve become tamed by devouring my own wings.

But is not always better just to disappear behind written word forgetting your losses?
Sometimes they just return to you as treasures of a life lived.

Quest’anno non ho ancora messo le mani su un libro vero.
A dir la verità nemmeno su altro, a parte le istruzioni per l’uso di crema emolliente.
Sono troppo impegnata a consumare il mio tempo libero scrivendo ASTTL e rivedendo prossimi capitoli del prequel di DOR.

Non ho veramente il desiderio di mettermi a leggere, sono in uno di quei periodi compulsivi che mi prendono ogni tanto e mi tolgono il sonno.
Quei momenti nella vita nei quali c’è una voce nella tua testa che continua a gridare ‘Presto! Presto! Manca il tempo! È TARDI! È TARDI!!! AHHHHH!’

Una delle mie penne è piena da scoppiare di roba da leggere: info che mi servono, semplici curiosità, storie in inglese, dati di statistica. Tutto bloccato da almeno due mesi.
Ho l’idea che tutto quel casino di cose rimarrà intoccato per molto tempo.

Ieri ho finalmente preso in mano una fic che era da Natale che intendevo leggere, ho trovato parecchia gente su Tumblr osannarla è siccome era un pairement su HP che non avevo mai sentito la mia curiosità era abbastanza allettata.

48 capitoli non sono tanti per me, normalmente mi basta una notte per leggerli se la trama mi interessa.
*Ahhhh…che piacere leggere la notte…nessuno che ti rompa le balle e che spezzi il silenzio assoluto mentre i miei occhi passano da una riga all’altra e la mente lavora, assimilando, immaginando, dando forma al racconto di qualcun’altro. Bello bello bello!*
Quindi ieri dopo cena, mi sono armata di un paio di mon-cherì, la mia coperta ed lo schermo in economica pronta magari per cinque o sei capitoli poi nanna.

Peccato che – come al solito – le mie speranze non si siano avverate.
Alle due ero ancora lì con gli occhi a scodella e l’incredulità che segue il ‘Mamamamamamama…! AH! Cosa? Lui, lei…omioddio!!! Perchè non ne ho mai saputo niente di questo ship?!?!?!?! IO LOVVO!!!’
Più comunemente conosciuto come ‘mindblown da scoperta’ di storia veramente ben scritta ed autrice che sa cosa sta facendo. Fin troppo!

La storia in questione è una Snamione.
Ovvero per chi non lo sa (ed io ero in quella categoria fino a 22 ore fa) una Severus Piton/Hermione Granger.
Giuro che avevo tutta una serie di pensieri disgustati a proposito ed adesso no.
L’autrice è un genio.
Io sono solo l’ultima arrivata in questo ship, e porco cane…l’avessi scoperta prima questa storia!!!

Per chi fosse nel fandom HP e fosse interessato la storia è in inglese e completa.
Si chiama Second Life ed è scritta da Lariope su Ao3.

Nota: Questa storia contiene contenuti espliciti, dove sono arrivata io (cap 22) ho contato un paio di scene descrittive ma nulla di più. Io vi avvertito e me ne lavo le mani.

tumblr_m7qxcgdjwe1qbrpjgo1_500And this one I’m almost sure it won’t reach the bin…LOL

“Biology’s cruel joke goes something like this: As a teenage body goes through
puberty, its circadian rhythm essentially shifts three hours backward. Suddenly,
going to bed at nine or ten o’clock at night isn’t just a drag, but close to a
biological impossibility. Studies of teenagers around the globe have found that
adolescent brains do not start releasing melatonin until around eleven o’clock
at night and keep pumping out the hormone well past sunrise. Adults, meanwhile,
have little-to-no melatonin in their bodies when they wake up. With all that
melatonin surging through their bloodstream, teenagers who are forced to be
awake before eight in the morning are often barely alert and want nothing more
than to give in to their body’s demands and fall back asleep. Because of the
shift in their circadian rhythm, asking a teenager to perform well in a
classroom during the early morning is like asking him or her to fly across the
country and instantly adjust to the new time zone — and then do the same thing
every night, for four years.”

This could explain many, many, many things…I feel like I’ve seen the Bible…xD

…everywhere and nowhere…
LoL
Mi sono fatta attendere eh? xD
Vabbè…la vita non è un’opinione come la matematica oserei dire… (Che brutta questa battuta)
Ma da quand’è che non aggiorno il blog? *Va a vedere*
Oh bè…

Tendo sempre a scomparire all’inizio del nuovo anno, non so il perché ma non vedo il motivo per cui devo sprecare tempo davanti lo schermo a scrivere post…xD
Non mi piace nemmeno fare liste di obbiettivi, potrei anche metterlo nero su bianco ma potete stare certi che poi non ottengo nulla. Mi dimentico! =)

Vabbè da questa parte del monitor va tutto abbastanza bene, il blocco dell’autore fa il suo stramaledetto lavoro solo su DOR. ASTTL invece tira a gonfie vele ed il topo miete le prime vittime con le sue malefatte da bambino dell’asilo…cosa potrei volere di più?

Vorrei avere idee per quel project unknown sul mio desktop da quasi tre anni, ed il coraggio di buttare su EFP le stupidaggini antichissime che scrivevo da adolescente ma che non voglio pubblicare per il mio stile schifido di allora. Roba da vomito per intenderci.
Volessi ben mettermi a betare mi verrebbe sicuramente l’orticaria e poi non saprei dove mettere le mani dato che ho perso completamente di vista quei fandom LoL.
Chiusa la parentesi ‘autrice pazza ed in erba’ passiamo al resto…

Sezione Musica e dintorni…
Nightwish = ho tirato fuoco e fiamme su questo gruppo finnico…ma adesso sono di tutta un’altra idea anche se Floor per me a fine tour deve sparire. La Jansen ha troppi project che dipendono da lei, magari non fa la primadonna ed è umile come un agnellino ma non ce la vedo anche nei NW. Con questo se rimane in formazione sarò la prima ad inchinarmi al suo cospetto e vedere cosa riuscirà a creare con Tuommi&company. Cribbio potrebbero rimettere in scaletta tutto il materiale che avevano tagliato fuori con l’arrivo di Anette!!! O.o
Per il resto i nuovi gadget mi fanno sinceramente vergogna (pantofole e vino? Sul serio?!) ed il film a sentire la stampa finlandese sta colando a picco ancora prima di essere distribuito! Le entrate ai botteghini sono povere! Perché ho l’idea che non lo vedremo?! =(

The Verve = questo gruppo britannico è tornato nelle mie playlist with a vengeance inedita…e non mi dispiace per niente…LoL

Anette Olzon (od-Olsson-che-dir-si-voglia) = la ragazza ad inizio Ottobre ha ricevuto una bella botta (o così avevo creduto) ma adesso alla luce dei recenti avvenimenti sul suo blog non posso più dire lo stesso.
Sono felicissima per lei, per la carità i marmocchi, la famiglia e la salute, vengono prima di qualsiasi altra cosa nella vita.
Ma porca miseria An, sai di avere dei doveri come membro di una band?! Perché come fan sono arcifelice della notizia e arcitriste!
Dopo aver ascoltato Imaginaerum ero convinta che i NW ormai si fossero stabilizzati sul serio! Non mi fa felice pensare che tutto quello che si era costruito tra la tua entrata in scena fino al 1/10/12 è stata una parentesi e basta!
Lo ripeto, la famiglia è importante ed ha fatto bene, ma quello che si è perso non tornerà indietro.
Punto.

Tarja Turunen = Ah…invece questa donna e la sua carriera solista mi piacciono sempre di più…
Tarjuccia sta incidendo le canzoni per il suo terzo nuovo lavoro (che non vedo l’ora di ascoltare!!!) ed in più è diventata mamma riuscendo a mantenere questo evento lontano dai media!
Congratulazioni! ❤

Leaves’ Eyes/Liv Kristine = Libertine non mi dice molto ma sto attendendo con impazienza palpabile il nuovo cd della band ‘Simphonies of the Night’!!! *o* Meredead è stato uno degli album del 2011 che mi ha preso di più con i suoi suono celtici!!! E niente si attende…xD

Sezione Manga, Anime, OVA…
Nel nuovo anno ho riscoperto la carta stampata made in japan! Yeee….LoL
Kodomo no omocha = un giorno di Dicembre ho trovato le scans su mangareader ed ho iniziato a leggere, per chi non se lo ricorda in italiano questa serie si chiamava Rossana, ed avevano trasmesso la serie in Tv tantissimi anni fa. Beh, la storia a fumetti e diversa ed anche più seria nelle tematiche che descrive…non mi è dispiaciuto rinfrescarmi un po’ la memoria…xD
Voto? 7/10

Hakushaku Cain Series = l’ho letta nel giro di un weekend, sul serio! xD Questa serie mi è stata segnalata da un’utente di EFP, ed curiosa l’ho cercata. Kaori Yuki è un genio. Sono assolutamente convertita, anche se il personaggio principale non mi esalta molto…ma vabbè lì è questione di gusti.  La Yuki avrebbe potuto dare più spazio ad altri personaggi secondari che avrebbero davvero meritato un po’ più di luce.
Posso consigliarla perché non è per niente noiosa ed ha una bella trama incasinata e dark dietro.
Voto 9/10

Hellsing =
*si morde il labbro per non scoppiare a piangere*
*Non ce la fa*
BBBBBBBBUUUUUUUHHHHHH!!! Sniff…Sigh&Sob!
È finito!!! QQ cioè sono ancora in depressione profonda nonostante il capolavoro d’animazione che gli OVA Ultimate ci hanno regalato…abbiamo passato anni e anni con questo manga a farci compagnia e lasciarlo andare è come perdere una parte di me, certo potremo rivederlo e rimembrare i sanguinosi ricordi felici ma non sarà più come prima quando si aspettava con trepidazione ogni nuova release…=(
Vabbè c’è ancora The Dawn…
Ma Hellsing, rimarrà nel mio cuore. L’ultimo dialogo del Maggiore, Integra, Alucard, la morte di Schro, Walter, Seras…hanno tutti il primo posto nella mia classifica!
Hellsing X is the best of 2012!

Drifters = Per colpa del mio disco morto ho perso tutti i chapter di questa nuova avventura made in Kouta Hirano. Non mi sono più tenuta aggiornata ed adesso dovrò andare a rileggerlo tutto dall’inizio, uffa! Comunque sono rimasta felicemente sorpresa dal trailer al fondo di The Dawn part III e non vedo proprio l’ora di vedere il primo OVA!!! Sperando sempre che Kouta non faccia il pigro come alla fine di Hellsing e si dia una mossa a disegnare! LoL

Libri.
Nessuno.
Quest’anno è stato magro se non per qualche acquisizione sudata (vedi Imperatrice) e letture di un certo livello (Anna Karenina e Jane Eyre), letture di bassa lega incidentata (50 sfumature di grigio ora compattato in qualche impianto per la carta riciclata) e letture di esami d’ospedale…
No è che sto leggendo più per ricerca che per divertimento negli ultimi periodi.
Ciò che attende sul mio comodino: Il seggio vacante della Rowling e La leggenda del vento di Stephen King, altri libri probabilmente si aggiungeranno a questi nel corso dei mesi. E poi mi piacerebbe rileggere Whitman (idea in agguato? Noooooo xD) e De Laclos…ma dove lo trovo il tempo? Uffa!!!! =/

Film
Tanti…xD
L’ultimo in ordine di tempo una prima serata televisiva de Il Gattopardo.
Sotto certi aspetti Eccellenza mi è piaciuto tantissimo come anche l’ambientazione ma il resto? Bah…per i tempi è stato un grosso successo, io sinceramente ho fatto fatica a tenere gli occhi aperti per tutta la durata della pellicola…
Altre cose che ho voglia di visionare sono le ultime due o tre serie del Doctor Who con Smith e Sherlock Holmes con Cumberbatch…xD
Poi si aspetta con impazienza visibile Thor 2 e Iron Man 3…=)

Il gatto matto vi saluta e vi augura un buon anno in ritardo…il bianconiglio verrà a breve a rimettermi a posto gli orologi, almeno si spera! LoL

OMG!!! o.O

E la Fra ritorna, raffreddata come pochi e con le occhiaie da Panda… xD
No…è che ho passato due weekend al cinema ed allora ritenevo giusto fare due recensioni, giusto per essere imparziali…

1) The Twilight saga: Breaking Dawn Part II
La fine di una quadrilogia…premetto che prima della visione ero molto di parte e mi aspettavo un disastro come è stata la parte I.
Invece no, sono rimasta abbastanza sorpresa da Bill Condon! xD
Grande Jake…solo grande (la scena con Charlie…sono l’unica che invece di sbavare rideva come una deficiente? Sì…?LoL)
Poi l’attrice che ha interpretato Reneesme – nonostante le sue continue trasformazioni – mi ha colpito molto.
Fantastico il cottage…che meraviglia! O.O
Non posso dire il resto per Edward o la famiglia Cullen…Bella ed i vari vampiri mi sono sembrati molto reali invece!
Ed il finale? Vogliamo parlarne? Ho passato due minuti lì lì con indice alzato e tic al sopracciglio…qui c’è qualcosa di ‘leggermente’ fuori libro, ma solo leggermente, eh! xD
No, no sceneggiato e diretto davvero bene…cosa non riesco proprio a mandare giù è il reparto costumi dei Volturi…mamma mia, che scempio!
Vogliamo parlare poi del trucco della povera Dakota?! =(
Lasciamo cadere il velo pietoso sul dipartimento veicoli va…quelli proprio sono andati crisi fin da Twilight…
Voto? 8/10 a mio parere! =)

2) 007: Skyfall
Uhm…
Non sono mai stata una patita di James Bond ma ero mortalmente annoiata quella sera…^^’
Prima di tutto…dovrebbero creare un Oscar per le sequenze iniziali, solo per poter premiare queste scene.
Una roba meravigliosa ed ipnotica, sarebbe potuta andare avanti anche per ore io l’avrei guardata volentieri, con dei colori ed una meraviglia di canzone targata Adele assolutamente perfetta!!! *o*
Il film di per se mi è sembrato freddo e forse un po’ troppo buttato sulla ‘tanto sai di cosa parliamo quindi di snoccioliamo i fatti senza un minimo di emozione’.
Sarà perché l’unico altro film che abbia mai visto su Bond era di Sean Connery ma Daniel Craig non mi ha emozionata quel granché.
Voto? 6/10

Vi ricordate il mio ultimo post prima delle vacanze?
Quel yes pieno di orgoglio e soddisfazione?
Meno di ventiquattro ore dopo aver scritto quelle poche frasi avevo già finito di leggere il tanto sospirato ultimo tassello del puzzle.

Ho pianto come una bambina. Ho riso come un’idiota.
Sono rimasta addirittura piantata per ben dieci minuti su una pagina non riuscendo a credere a quello che c’era scritto, presa da un odio selvaggio proprio come la protagonista…purtroppo sul mio grembo non c’era una Derringer o l’avrei sicuramente usata a sangue freddo. Molto freddo.
Questa lettura di precisamente 498 pagine l’ho fatta in completo silenzio.
La gente mi passava intorno ma non ne percepivo nemmeno la presenza.
Non vedevo il paesaggio che sfrecciava ai finestrini.
Non sentivo nemmeno la pioggia battente.
Me ne strafregavo se era l’una e mezza di notte ed l’unica fonte di luce era una vecchia torcia a pile sul punto di crepare, che poi ho scoperto me l’hanno sabotata per riuscire a dormire i miei compagni d’avventure. xD

Questo mi succede quando leggo un libro.
Lo divoro.

Bene adesso vi spiego la storia dal principio, perché vale la pena dopo dieci anni e ho tempo questa sera…
Ho iniziato a leggere molto presto.
Quando ancora non ne ero capace mi facevo ripetere – fino alla nausea – tutti i libri di favole che avevo.
Mia zia era una maestra quindi ogni domenica mi insegnava per gradi le lettere dell’alfabeto ed i numeri.
A cinque anni ero in grado di leggere i Topolino di mio fratello che però mi erano assolutamente vietatissimi. LoL
Così mi attaccavo ad ogni altro libro oltre quelli che già possedevo.
Ovviamente mi stufai molto presto…ormai ero capace di recitare a memoria qualsiasi libro di casa mia…
Poi scoprii gli Harmony di mia madre…sì, arricciate pure il naso ad una bambina di sei o sette anni con il naso affondato in quei libricini dalle cover così poco infantili. 😉
Quando la mia povera mamma mi beccò a leggerli di nascosto scoppiò il finimondo.
Che poi io li mettevo sullo stesso piano delle favole…non è che avessi molta esperienza quando arrivavo alla scena del Grande Brivido, a me non hanno mai parlato delle api o dei bambini che nascono sotto i cavoli…come dire ci sono arrivata da sola a dieci anni che qualcosa doveva pur succedere
(ahem…su su cos’è questo imbarazzo!)
Così – alla buon’ora! – mi portarono di tutta corsa alla biblioteca cittadina per i ragazzi…devo dire che da quel momento le mie letture sono state varie e molto felici! =)
A dodici anni leggevo ancora, tantissimo…praticamente non studiavo per ritagliare del tempo alle mie letture personali…infatti mi davano dell’asociale ed i professori erano disperati perché avrei potuto benissimo recitargli la divina commedia, se solo l’avessi letta. LOL
Le mie estati erano delle maratone eterne di libri, di qualsiasi genere…
Quell’anno scoprii Harry Potter, inutile dire che l’ho seguito fino alla fine.
Intanto stavo crescendo e mio padre stava svuotando dei grandi caseggiati per ristrutturarli.
I precedenti proprietari avevano lasciato molte cose indietro e fra queste…indovinate un po’? xD
Centinaia di libri!
Quell’estate avrò dormito pressappoco tre o quattro ore al giorno…molti di quei libri li abbiamo dati via, ma alcuni figurano fra le mie mani tutt’oggi…li rileggo spesso a dire il vero…
Personalmente ho solo una piccola collezione di volumi miei ma è la mia gioia ed porta con se un’indiscutibile bagaglio di ricordi…se ci penso mi commuovo! QQ

Fra quei libri c’e n’era uno molto singolare, almeno per i miei occhi abituati  ai paperback ed ai libri un po’ maciullati della biblioteca.
Rilegato rigido rosso andrinople e caratteri sottili neri.
Quel colore mi incuriosiva, mi ricordava tremendamente il sangue.
Lo presi e lo aprii, passando le pagine color giallo ocra per il tempo.
Non c’era alcun segno lasciato dal proprietario precedente ma si vedeva che era stato molto amato anche se le sue condizioni erano assolutamente perfette.
Presi a leggerlo e non mi piacque per niente all’inizio poi…

It’s a kind of magic

Superai il mio record personale per finire di leggere un libro.
Mi ci vollero dodici ore.
Quell’estate lo rilessi ancora minimo otto volte.
Era il 2001 ed avevo tredici anni.
Quel libro era Hannàh scritto da Paul-Loup Sulitzer, un finanziere francese.
La sua prima edizione in lingua originale era stata pubblicata nel 1985, mentre la prima edizione italiana venne stampata nel 1987, sei mesi prima che io venissi alla luce.
Quel libro mi aveva atteso per ben 16 anni.

Divenne il mio gioiello più prezioso, ero morbosamente isterica quando mia madre me lo domandò da leggere.
La obbligai a lavarsi le mani ad ogni lettura ma – Grazie a Dio – andò a finire che non era il suo genere.
‘Troppo complicato.’ diceva lei ‘Con tutti quei maledetti numeri!!! E quella matta di polacca!’
Non commentai, ero solo sollevata a dire il vero.

Ahimè…il 2001, è così lontano dalla normalità di oggi! xD
Le connessioni giravano ancora a 56Kb e naturalmente internet era solo un miraggio per una ragazzina come me…
D’altronde a quel tempo non ero così acuta quando leggevo un libro, e non coglievo segnali da ‘to be continued…’ da nessuna parte.
Passarono alcuni anni, avevo smesso di leggere a quei ritmi bestiali, al massimo le mie letture si fermavano a 20/30 libri all’anno…un vero e proprio taglio di fondi, non c’è che dire… ^^
Hannàh però resisteva, ogni volta che lo riprendevo in mano anche solo per  spolverarlo finivo che lo leggevo tutto di nuovo.
Ad un certo punto ebbi l’idea di cercare altri lavori dello stesso autore.
Avevo fatto alcune ricerche alla biblioteca locale e della mia scuola ma Sulitzer era un autore fantasma.
Non figurava da nessuna parte, nemmeno dai librai della mia città.
Eppure ci deve essere qualcos’altro!
Continuavo a ripetermi, testarda come un mulo.
Divenne una vera e propria battaglia fra me ed i suoi libri introvabili…che però lasciai perdere nel 2004.
Avevo seri problemi ed il mio tempo si era ridotto a meno di zero.
Non lessi molto nei due anni che seguirono.
In cambio scoprii Wikipedia…Sulitzer c’era!!! **
E la lista di tutti i suoi libri!!! Orgogliosamente armata della mia lista andai in biblioteca (dove ormai dovevo entrare di soppiatto per evitare di trovarmi in un locale deserto) e la misi sotto il naso del poveretto di turno.
Passò mezz’ora mentre lui faceva tutte le ricerche del caso…
Doveva esserci una maledizione perché non trovò manco un volume…uno, porca paletta!
Ero sul punto di arrendermi…sul serio.
Almeno finché disse “Scusa…ma questo con la crocetta qui di fianco ti interessa particolarmente?”
Avevo segnato Hannàh, che naturalmente non mi interessava dato che lo possedevo.
“No…l’ho già letto quaranta volte!” risposi con un sorrisino.
“Ah…no perché…qui c’è un libro subito dopo con nella descrizione ‘Hannàh Tomo II’”
A quella notizia per poco non gli capitombolai fra le braccia nel tentativo di leggere anch’io sul monitor…e feci delle esclamazioni di gioia silenziosa da vera e propria maniaca.
Per abbreviare dico solo che mi sarebbe valsa un’espulsione per atti osceni in luogo pubblico! xD

Hannàh aveva un seguito!
Era stato pubblicato a distanza da un anno dal primo ed era Imperatrice.
Mi calmai in fretta, soprattutto quando domandai se non potesse essere chiesto in prestito in altre biblioteche.
La risposta fu ‘Sì’ ma la lista d’attesa era lunghissima…sembrava che mezza città avesse avuto la bella idea di richiedere in prestito libri proprio in quel momento!
Ringraziai con la dovuta cortesia l’uomo che mi aveva portato alla scoperta (l’avrei anche baciato in fronte, ma si scostò impaurito quando ci provai, bah!)
Da quel momento feci – per l’ennesima volta – il giro dei librai, anche fuori dalla mia città.
Niet. Fuori catalogo.
Ormai mi sarei stupita del contrario…xD
Quando potevo cercavo di visitare i mercatini dell’usato…ma era una via senza possibilità di riuscita.
Rilessi di nuovo il romanzo e vidi finalmente che c’erano molte indicazioni per un secondo libro.
Non c’erano dubbi quel sequel esisteva.

Uno degli ultimi librai interpellati conosceva quel Sulitzer, aveva letto dei suoi libri e ne possedeva Il Re Verde.
Mi disse che non l’avrebbe mai prestato a qualcuno per paura che glielo rubassero.
“Ma è proprio così introvabile?” domandai ingenuamente.
“Cara signorina, se è vero che ne possiede uno sa anche che non se ne separerà mai! Dico bene?” mi rispose, lanciandomi un’occhiata sorniona da sopra gli occhiali “Delle poche edizioni in italiano dei lavori di Sulitzer sono certo che una buona parte delle copie sono in mano a privati ed una piccola percentuale è finita alle biblioteche, il resto o è rimasto in un angolo invenduto o è finito al macero.”
Finii per credere alla sua opinione…era il 2007.
Da allora cercai ancora ma con meno lena…che avrei potuto fare di più?
Poi ormai non leggevo più in italiano ma il più delle volte in inglese.
Intanto avevo letto L’ombra del Vento di Zafón, credo che mi sia piaciuto anche perché dipingeva la mia stessa situazione…dannazione! WoW

Ecco che siamo arrivati alla fine di questa mia caccia al tesoro cartacea…
Facciamo un salto al presente.
Quest’estate sono tornata dai miei e mentre davo un’occhiata ai miei libri mi è venuta l’idea…
Da almeno tre anni avevo lasciato perdere definitivamente Imperatrice.
Ad un certo punto ho pensato con sarcasmo “Ma perché non fare un salto sul web?! Magari trovo un sunto!”
L’ho fatto…
…e ho trovato più di un misero sunto…
Ho trovato Imperatrice.

Sembra uno scherzo del destino adesso che ci penso…quel libro tanto cercato stava ad appena trentasei chilometri di distanza dalla mia posizione in un magazzino dell’usato.
Roba da farsi venire un coccolone!
Purtroppo la scoperta l’ho fatta troppo tardi, quindi ho dovuto aspettare il giorno dopo.
Quella notte non sono riuscita nemmeno a chiudere occhio dall’agitazione…l’inserzione era un po’ vecchia e figuravano solo due volumi in vendita. Magari erano già stati reclamati da altri Sulitziani avidi come me!
Il mattino dopo feci il numero e…gioia!
Le due copie erano ancora lì!
Nel giro di sei ore ero andata e tornata, appesantita dal preziosissimo volume rosso andrinople che tenevo in mano come se dovessero cercare di sfilarmelo da un momento all’altro.
Era perfetto.
Tanto che mi faceva paura aprirlo, leggere il finale della storia che ha aspettato di concludersi per dieci anni…
I due libri ora sono fianco a fianco sulla mia mensola, in un’unica macchia di rosso.
Vorrei rileggerli immediatamente ma farò finta di niente per qualche tempo…
Voglio godermi questa vittoria inaspettata…
Una decaderoba da matti!

YESSSSSSSS!

I’ve found it after ten years! xD
Ten years worth the wait without even reading yet…it has been a long and solitaire way…but ‘The Book’ is finally mine! Mine Only!
No, non sono pazza…sono solo la persona più felice del mondo…LoL
E finalmente saprò il finale, giusto ora che sono in vacanza e posso leggere ininterrottamente giorno e notte <— i miei occhi da gufo ne sono la prova… xD

Librone mio adorato…preparati sto arrivando!!!

Il cassetto nel cassetto

Un Mondo di Parole

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

comeseavessileali

"What a guy, what a fool am I, to think my breaking heart could kid the moon"

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Matteo Gianino

Photography Portfolio

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Il Nemico Utile

Exoriatur Lumen Quod Gestavi in Alvo

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

tuttoquestogiallo

Ventitrè estati, ventidue inverni. Immaginare storie. Scriverle con un lapis su pezzi di carta ingiallita. Scappare lontano. Viaggiare con la mente e con il cuore. Sognare una casina bianca e un giardino pieno di rose. Leggere un libro. Guardare il mare. Ascoltare in silenzio la voce dei propri pensieri. Affacciarsi su un balcone e guardare l'alba. Fotografare un istante e conservarlo gelosamente nel proprio cuore. Fumare una sigaretta su una vecchia sdraio verde mentre guardo le stelle. Immaginare qualcuno dall'altra parte del mondo. Colorare di giallo la mia vita. Giallo. Giallo, perchè è prima del rosso. Giallo, come un limone. Giallo, come la mia canzone. Giallo, perchè disturba. Giallo, come qualche miliardo di stelle.

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter