Tag Archive: into my personal world


Ieri notte pensavo questo.

In mezzo alle mie scartoffie a digiuno da cena ed ancora vestita in tiro, le chiavi della Chevrolet a due centimetri dalla tastiera del portatile ed mail lavorativa con contabilità da fatturare sullo schermo.

La verità è che se qualcuno me l’avesse detto due anni fa gli/le avrei riso in faccia di gusto.

Il passato sta diventando una bruma molto grigia che faccio fatica a ricordare con chiarezza.

Tutto era fermo in uno spazio che mantenevo immobile, un cimitero nel quale mi seppellivo nascosta in mezzo ad iris e rose, l’unico colore insieme a quei sentierini sperduti e decisamente pericolosi rimastemi in foto da qualche parte sul disco del mio powerful oldie.

Ieri sera ho dovuto ammettere a fatica che sono debole e forte insieme.

Debole per aver perso dieci anni della mia vita nel limbo e forte perché sono qui dopo due anni di movimento e ne voglio ancora.

Quando ho deciso di cambiare il mio terrore era non riuscirci, o riuscirci e poi perdermi per strada.

Ora il mio terrore più grande è rivedere tutto fermarsi.

Non potrei sopportarlo.

Forse è per questo che sono stacanovista distruttiva peggio di Ti, vivo praticamente nella Chevrolet Darling ed ho rispolverato le mie doti da leader.

Non è che sia meglio o rose e fiori, no.

Tutti i giorni mi armo fino ai denti con ansia da prestazione e la sera potrei addormentarmi davanti al portatile.

Eppure sono qui, resisto.

A volte dormo fino a mezzogiorno, altre sono insonne e passo la notte ad occhi spalancati davanti ad UT che non vuole saperne di concludersi, altre ancora dormo di un sonno che è una caricatura del riposo ed alle cinque sono già al volante della Chevrolet rincorrendo l’asfalto.

Rimane che ho voglia di vita.

La strada che continua due anni dentro al futuro.

Money, power, glory.

Annunci

Certe volte sento il tempo…un po’ come in questi ultimi 4 giorni fra Settembre e Ottobre…

Divento schiva in estremo bisogno di un silenzio assoluto.

Del movimento ritmico delle mie gambe sui pedali della mountain bike e del mio respiro che inizia a bruciarmi nella gola a causa del primo freddo.

Le gambe che sembrano non reggermi e tremano per lo sforzo, lo sforzo della mia testardaggine perché *porco cane* io non mollo mai.

Il sole che si nasconde sopra il mio capo dietro un mare d’umidità.

Ancora un po’ e poi…inverno, tetti bianchi di brina ed il cielo che diventa lo specchio, ancora una volta.

Ti questo mio bisogno di aria credo che lo comprenda solo in parte.

Vorrebbe venire con me nelle mie sortite su due ruote, riuscirebbe anche a starmi dietro ma…

…ci sono cose che preferisco fare da sola.

…pensieri che in un determinato periodo dell’anno germogliano avvelenando l’aria che ho intorno.

…momenti in cui dai miei soliti 20 l’ora passo ai 35 e la strada brucia sotto di me.

Ti oggi mi ha tenuto il muso, io gli ho sorriso.

Non tutto può essere perfetto in Paradise.

Domani è un altro giorno.

Ed Ottobre è arrivato.

Slytherins in a relationship

shipstersforthewin:

– One kiss will bring you to your knees
– Private lovers, not big on PDA *
– Slow to fall in love *
– Very guarded, it would take a while to get to know them *
– Best conversations because they are very intelligent *
– Not afraid to talk about big issues that people don’t usually like to talk about *
– Very opinionated and political *
– Socialites and aristocrats
– Prefer expensive and proper dates *
– Hard to impress, but once you do you’ll have their full attention *
– They can’t stop thinking about their partners but would never say it out loud *
– Observe before speaking, able to keep calm in a fight *
– Most likely to stay up late and watch their partner sleep, late risers *
– Expect and demand certain qualities in a relationship but it’s just to protect their heart *
– Will be quick to leave a relationship if they are not satisfied *
– Excellent bedroom lovers, usually pay more attention to the needs and wants of their partner before their own satisfaction *
– If they find a partner who can handle them, they would die protecting them *
– Can be hard on their children but it’s because they only want the best *

* -> YEP, that’s just me

2200

I used to be a strange child.

In the summers I looked at the landscape under the scorching sun from the shadows.

In winter I read endless books about beautiful days, my feet tucked between the bed and the heater to stave off the cold. Often I was bored to tears by the longest talks between brothers and sisters on Sundays.

Spring was just a glimmer of dry cerulean sky.

Autumn was the time of the year I never step foot out due to the rain so I read, there was little else to be done.

Always secluded in a big quadrilater of green grass, closed by tall walls and a heavy iron gate. I rarely played with someone ‘cause they were no other children my age and I was forbidden to go out.

I read several hours a day, and I dreamed vivid dreams.

I never felt alone in my world.

I actually started to see other children only at five years old and my seclusion showed: I was not capable of instaurate friendships, I did not understand a inch of what the other children thought (and I came to the conclusion pretty soon that children my age did not think at all)

I was an introvert to the highest degree.

So I became an extrovert to not feel different and that’s what caused the “Tendencies to be a leader” note of the teachers in first grade. The leader was not me, but I could act pretty well the role for five hours a day.

Still I never really connected with people my age, it was a rarity to invite someone home or go play with other children.

Sometimes when someone came to my house to play I had to put a straight face and play with them but after a while I just stopped to be responsive and dismissed them to their own world, bored to death.

This cycle never really stopped I just ceased the extrovert persona at twelve when I understood there was no point in stressing.

I was different, end of story.

I loathe to have friendships now. They never did me any good or be useful in any way.

The only real delight to me is putting my thoughts on paper with the clarity of silence.

A pleasure greater than this I honestly still don’t know.

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter