Tag Archive: insomnia


I find myself obsessed and longing for the few days I’ve spent with you.
And I have no time for daydreaming.
I wish you were here, Ti.
I wish you could be more than just a few messages and words on the phone.
I wish I could come back to you and sleep the rest of this summer away.

Annunci

Sometimes I find myself thinking about dualities.
A story can be written twice and be the same yet completely different.
Sometimes I get lost in a spiral of intrusive thoughts and find myself lacking.
That’s when I change my road even a little.
A couple of hours out, watching flames or waves.
Under a sun strong enough to melt my bones.
Shining light in the cave that is my brain where echoes never stop.

3155

Novità di servizio: sono due capitoli avanti con la scrittura di UT grazie ad spropositate quantità di tè.
Nel frattempo riesco solo a farmi tre ore di sonno per notte e sto sfiorando una diminuzione di peso eccessiva a causa del fatto che quando torno a casa è talmente tardi che non ho più fame né voglia di farmi da mangiare.
In questo pericoloso momento mi escono dalle dita cose assolutamente borderline.

Mettici Linds ed il ritorno della valigetta delle meraviglie, mettici il sarcasmo del topo genio quando ne ha decisamente abbastanza e crede di avere intorno una manica di deficienti.
Mettici Kurt ed il suo astio contro tutto.
Mettici la voglia che ho di prendere a pugni qualcosa o scaricarmi in qualche modo.

Ammetto che sono due giorni che mordo qualunque persona si avvicini, un po’ per il nervoso un po’ perché ogni volta che mi metto a lavorare mi capita immancabilmente fra le mani qualche problema di diverso tipo ma da risolvere.

Oggi sono tempesta, domani sarò tornado.
Cercate riparo.

In questo momento mi sento uno zombie sotto il sole…

Sarà colpa della primavera…Sicuro…

O forse sto lavorando decisamente troppo…xp

Ce la posso fare…
Ho questa notte per mettermi in pari con quel stramaledettissimo trequel e postarne il primo capitolo domani…
Ho trovato un’auto, finalmente e fra pellegrinaggi che non sembrano finire mai ed il primo giorno di sole disponibile (Bici yay!) non ho aperto word manco per fare la lista della spesa.
Perché? Perché Novembre è un mese che si passa fuori dalle mie parti, gli ultimi trenta giorni fra gelo, sole freddo, nebbia e montagne bianche.
Dicembre arriva e con lui uno non ha più nessuna intenzione di uscire fuori dai meandri del piumone (per fare che quando il sole non lo vedi più come minimo fino a Febbraio?), già tanto che uno si alzi al mattino quando sembra ancora notte fonda…@@
Dai che stasera qualcosa partorirò…LoL

Nel mentre vado a fare una sortita al negozio liquori. Il tè corretto fa sempre bene.e poi domani bisogna sempre festeggiare il mio 28esimo compleanno. Crema al whisky e sherry venite dalla Hermes… xD

write_drunk_little
(This image belongs to catalanwine365.files.wordpress.com/)

Ed ecco il round due con il pipistrello cretino ed abusivo….domani (oggi!) vado in cerca di veleno, è deciso.

Sapete quanto è pericoloso guidare un’auto?

Non siate scettici…non fate la pantomina del ‘io so guidare benissimo/mai fatto un incidente/mai tagliato la strada etc’.
Seguitemi…
Stamattina mi metto al volante (come tutte le mattine LoL) con un solo occhio mezzo aperto, l’auricolare dello smartphone nell’orecchio e la radio su A TUTTO VOLUME.
No, non sono tamarra…purtroppo ho dormito un’ora ieri notte ed in quella delle sette del mattino mi ero già ingollata una caffettiera di Lavazza con gli occhi schizzati di sangue.
In queste condizioni sono ancora totalmente capace di tenere fra le mani un volante anche se sono una donna.

Ecco, ora facciamo un passettino indietro…
Ieri è stata una giornata assolutamente tremenda, ho passato tutto il giorno in piedi, arrivata a casa alle nove di sera solo per mangiare un uovo sodo ed tre cucchiai di farro (sigh), qualche lavoretto di casa, finita visione di un film che avevo iniziato da un po’ di tempo, qualche episodio di Hell’s Kitchen poi collasso totale sul materasso verso l’una circa…

Fermo restando che ora dormo come una pietra grazie a Lifesum, sono stata svegliata alle due da ‘rumori sospetti’ proprio alla finestra della camera da letto. Per poco non mi è preso un infarto ve lo giuro.
Per la cronaca dietro la blindata di casa tengo un piede di porco da almeno tre anni a questa parte ma in camera al massimo posso utilizzare un tomo come strumento di difesa personale (la lampada anni ’20 assolutamente no! Mica siamo matti!!! \-/)
Ancora mezza intontita, non riuscivo bene a capire che razza di rumori fossero, almeno finché non mi sono resa conto che non era il vento contro la tapparella, non era pioggia e non era nemmeno la mia immaginazione sfrenata…c’era qualcosa di vivente che stava battendo contro il cassone della tapparella, di unghie su legno.
A quel punto ero ben sveglia e decisamente poco incline a riaddormentarmi.
Mentre la cagnara aumentava di minuto in minuto il mio cervello si era avviato ed infine ho scoperto…c’era una rata vuloria (pipistrello) che si era infilata lì ed non riusciva più ad uscire.
La crocetta sulla mia fronte era più grande di Marte a quel punto…

Le possibilità erano due: smontare il cassone o ignorare il tutto.
Purtroppo erano le due del mattino ed avevo la netta impressione che i miei vicini non avrebbero apprezzato i miei istinti omicidi a quell’ora quindi addio sonno e vieni pure corazzata Potemkin sotto forma di sega elettrica con acustica da Scala di Milano.
Voglio bene agli animali ma a quel schifoso mammifero pelosetto ho tirato una sfilza di improperi che avrei voluto strangolarlo con le mie stesse mani.

Sveglia alle sette, due occhi gonfi di sonno e l’umore di un grizzly quando il salmone scivola via e ti fa la pernacchia.
Assolutamente normale quindi che – come nelle mie migliori giornate di merda – mi trovo la/il solita/o ‘furba/o del giorno’ che mi taglia la strada in rotonda quando 1) manco aveva messo la freccia, 2) si sveglia all’ultimo minuto con un accelerata degna di Paperino e vuole anche avere ragione.

Nei miei giorni sì borbotto ma ti lascio passare.
Nei giorni no, ti mando a fare il bucato e vado dritta per la mia strada con la certezza che se mi sfiori anche solo un po’ io ho la precedenza e mi paghi i danni.

Fanculo tu e la tua Giulietta fresca di concessionaria, Bellezza.

(Non ho fatto nessun incidente oggi ma ne ho le palle piene degli automobilisti che, invece di usare il cervello ed il codice della strada, pensano che avere una macchina nuova ti apra tutte le porte)

I’m feeling insomniac…it’s the worst thing that could happen…

Staring up with wide eyes, tearducts leaking for tiredness and mounting anger while the hours move forward…

I wanna dream, goddamit!

Il Cassetto nel Cassetto

Un Mondo di Parole

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

comeseavessileali

"What a guy, what a fool am I, to think my breaking heart could kid the moon"

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Matteo Gianino

Photography Portfolio

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Il Nemico Utile

Exoriatur Lumen Quod Gestavi in Alvo

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

tuttoquestogiallo

Ventitrè estati, ventidue inverni. Immaginare storie. Scriverle con un lapis su pezzi di carta ingiallita. Scappare lontano. Viaggiare con la mente e con il cuore. Sognare una casina bianca e un giardino pieno di rose. Leggere un libro. Guardare il mare. Ascoltare in silenzio la voce dei propri pensieri. Affacciarsi su un balcone e guardare l'alba. Fotografare un istante e conservarlo gelosamente nel proprio cuore. Fumare una sigaretta su una vecchia sdraio verde mentre guardo le stelle. Immaginare qualcuno dall'altra parte del mondo. Colorare di giallo la mia vita. Giallo. Giallo, perchè è prima del rosso. Giallo, come un limone. Giallo, come la mia canzone. Giallo, perchè disturba. Giallo, come qualche miliardo di stelle.

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter