Tag Archive: holy shit


“I want the moon.”
“You sure, Fräulein?”
“Yeah…”

And what happens next?
There She is…on my nightstand…

Ti, you’re the best…❤

And fly me to the moon…
And let me play among the stars
Let me see what spring is like on Jupiter and Mars
In other words hold my hand
In other words darling kiss me…

Annunci

Ieri mattina ho avuto uno shock.

Non mi pare di aver scritto una sola frase delle mie storie quest’estate.

No, non l’ho veramente fatto.

Le idee sono appena dietro le mie orbite, nel profondo della mia materia grigia e impresse indelebilmente nel negativo della memoria.

Potrei recitare i capitoli che non ho ancora scritto se non fossi sul ciglio di un collasso nervoso a causa del mio stacanovismo compulsivo.

Di frequente negli ultimi giorni la mia memoria a breve termine perde colpi e mi capita di uscire e poi subito tornare indietro anche tre volte di fila per tre cose diverse alla faccia delle mie liste dettagliatissime che mi danno il buongiorno sulla porta del frigo alle cinque del mattino.

Ieri era la seconda volta che giravo le chiavi nella blindata, imprecando contro me stessa in silenzio.

Erano appena le sei del mattino e se qualcuno avrebbe punturato una delle mie vene ci avrebbe trovato del Lavazza al posto del sangue.

Nel giro di venti secondi stavo di nuovo a chiudere casa quando la porta a dirimpetto la mia si apre ed alzo lo sguardo, sorpresa.

A quel punto il mazzo di chiavi per poco non mi è caduto per terra.

TILT.
Troncatura delle trasmissioni regolari.

Pensavo di essere impazzita.

Davanti a me c’era Michelle.

Sì, la mia Michelle Hervas.

La donna che mi sono sempre immaginata quando scrivo ‘Steps’ e di Lagden e di SF.

Lì in carne ed ossa, vestita da jogging e con un’espressione un po’ titubante al mio sguardo fisso e da riccio che vede l’auto in corsa.

Occhi grigi e capelli neri, alta il giusto.

Atletica e naturalmente longilinea.

Abbronzata con un pizzico di rame nella carnagione.

Ci penso adesso e mi sale ancora la pelle d’oca!

La figura da cioccolatino me la sono fatta egregiamente.

Senza parole a fissare quella povera ragazza che ad un certo punto mi ha fatto un cenno per saluto ed si è allontanata per la tromba delle scale, certa che non avessi proprio tutte le mie rotelle a posto come minimo.

 

Ammetto che non volevo scriverlo questo post ma dopo un’intera giornata a ripensarci su ho deciso che sì, potevo farlo.

Quante possibilità ci sono che un giorno io mi ritrovi davanti un particolare parto della mia mente?

Non ci avrei mai creduto se non l’avessi vista con i miei due occhi.

Non so il suo nome, sul campanello ci sono solo delle iniziali…ma cavolo il mio cuore mi ha battuto la conga nei timpani per un buon minuto dopo che se ne era andata.

Spero solo che il prossimo a manifestarsi non sia Lagden o quello mi defenestra! 😨

4036

“Do you have to go home, Fräulein?”

It’s the timbre of his voice.
That lost air he fights so hard to keep reined in.
His big hands curled up on the desk.
I don’t know what is happening to Ti in these last few days but I’m worried.
He seems in another world, a darker one, him so lively and dinamic like I’ll never be.
I’ve been tempted to ask…god, I’m dying to ask and I’m respecting his personal space…
What can I do?
His eyes are literally screaming at me to stay.
At home I have so many things to do, to finish, to explore but that look is scaring me shitless…

“No, I don’t…”


I’m here Ti.
Even if you’ll never tell me what’s wrong.
Because I…care.
 

I’m not telling how but I found and I’m actually listening to the instrumental of Lana Del Rey’s ‘Lust for Life’.
This is the best night of 2018 so far…because I went straight for the Heroin and White Mustang tracks and it’s Sapphire Blue all over again.

With the heat, the descending sunrise glinting over the mustang, sweet smelling air, tropical fruit roasting and that “incredible” electric hammond in the end.

I will only say it once.

It’s almost psychedelic and holy fucking shit summer’s here again thanks to the contralto darling.

I’m flying to the moon again
Dreaming of that marzipan
Takin’ all my medicine
To take my thoughts away

What the…!!!

What the hell is Lagden doin’ in tonight’s movie slot?!

There is no peace!!! XD

https://en.wikipedia.org/wiki/Maladaptive_daydreaming

Holy….

This is me, it happens EVERYDAY and I never found a way to stop!

That’s why I write and I truly TRULY construct everything before putting word on paper!!! =O

Sadly I have no triggers, I simply live in multiple different worlds at the same time.

I’m glad to know it can’t be defined as an obsession, I always thought it was a state of mind…

 

Quest’anno non ho ancora messo le mani su un libro vero.
A dir la verità nemmeno su altro, a parte le istruzioni per l’uso di crema emolliente.
Sono troppo impegnata a consumare il mio tempo libero scrivendo ASTTL e rivedendo prossimi capitoli del prequel di DOR.

Non ho veramente il desiderio di mettermi a leggere, sono in uno di quei periodi compulsivi che mi prendono ogni tanto e mi tolgono il sonno.
Quei momenti nella vita nei quali c’è una voce nella tua testa che continua a gridare ‘Presto! Presto! Manca il tempo! È TARDI! È TARDI!!! AHHHHH!’

Una delle mie penne è piena da scoppiare di roba da leggere: info che mi servono, semplici curiosità, storie in inglese, dati di statistica. Tutto bloccato da almeno due mesi.
Ho l’idea che tutto quel casino di cose rimarrà intoccato per molto tempo.

Ieri ho finalmente preso in mano una fic che era da Natale che intendevo leggere, ho trovato parecchia gente su Tumblr osannarla è siccome era un pairement su HP che non avevo mai sentito la mia curiosità era abbastanza allettata.

48 capitoli non sono tanti per me, normalmente mi basta una notte per leggerli se la trama mi interessa.
*Ahhhh…che piacere leggere la notte…nessuno che ti rompa le balle e che spezzi il silenzio assoluto mentre i miei occhi passano da una riga all’altra e la mente lavora, assimilando, immaginando, dando forma al racconto di qualcun’altro. Bello bello bello!*
Quindi ieri dopo cena, mi sono armata di un paio di mon-cherì, la mia coperta ed lo schermo in economica pronta magari per cinque o sei capitoli poi nanna.

Peccato che – come al solito – le mie speranze non si siano avverate.
Alle due ero ancora lì con gli occhi a scodella e l’incredulità che segue il ‘Mamamamamamama…! AH! Cosa? Lui, lei…omioddio!!! Perchè non ne ho mai saputo niente di questo ship?!?!?!?! IO LOVVO!!!’
Più comunemente conosciuto come ‘mindblown da scoperta’ di storia veramente ben scritta ed autrice che sa cosa sta facendo. Fin troppo!

La storia in questione è una Snamione.
Ovvero per chi non lo sa (ed io ero in quella categoria fino a 22 ore fa) una Severus Piton/Hermione Granger.
Giuro che avevo tutta una serie di pensieri disgustati a proposito ed adesso no.
L’autrice è un genio.
Io sono solo l’ultima arrivata in questo ship, e porco cane…l’avessi scoperta prima questa storia!!!

Per chi fosse nel fandom HP e fosse interessato la storia è in inglese e completa.
Si chiama Second Life ed è scritta da Lariope su Ao3.

Nota: Questa storia contiene contenuti espliciti, dove sono arrivata io (cap 22) ho contato un paio di scene descrittive ma nulla di più. Io vi avvertito e me ne lavo le mani.

I write like
Stephen King

I Write Like. Analyze your writing!

Holy shit, that’s not true…xD

If I could really write like him I won’t be still here…

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter