Tag Archive: DOR


Ho deciso di smettere con EFP.
Sono stufa di non riuscire a scrivere come mi pare e piace, ed il fatto che i miei aggiornamenti diventano sempre più distanti l’uno dall’altro ne è la prova.
Altra motivazione: sto impazzendo nel stare ‘dentro il rating’ ed allo stesso tempo non dimezzare tutto quello che voglio rendere.
Se poi ci mettiamo dentro il silenzio che attornia ASTTR quando fa capolino e la sfilza di gente che l’ha messa nelle proprie liste assieme al suo punto d’origine…
No basta, voglio ritrovare la base delle mie idee e portarla avanti in perfetto egoismo, proprio come agli inizi di DOR.
Scrivere per il solo gusto di farlo e svenare sulla tastiera il dominio assoluto del mio universo letterario.
Mi basta andare avanti e ricominciare a divertirmi un po’ con i personaggi fuori di testa che la mia mente malata congiura uno dopo l’altro come caramelle.
And the fun begins anew.
Still on, endless road.

Annunci

Cleaning, writing and generally makin’ an ass of myself.

Yes…absolutely…

Grab that remote and turn up the volume! xD

Potrei o no aver passato buona parte del mio weekend a cavarmi gli occhi davanti Cad, Photoshop e Bodyshop…
Forse ho un nuovo quartiere in TS2…
Immaginate come si chiama? xD

Sometimes I feel really creepy…
(tonight I’m going to get acquainted with ep 25, I fear I’ll need a good stiff drink for this one)

ps: scuse per chi passa da EFP in cerca di notizie o movimento…la Musa è andata in vacanza senza di me temo e mi diverto di più a ridere come una scema all’una di notte ascoltando Cecil e la sua smisurata cotta da schoolgirl per Carlos (non parlando delle sue sfumature psicologiche, ci sarebbe da scriverci una tesi!) che passare la serata a scrivere.
La pagina bianca mi deprime negli ultimi tempi =( ma di questa settimana voglio almeno rispondere ai commenti e recensire un paio di storie quindi prima o poi uscirò dal mio eremitismo self-induced… LoL
Vi faccio ciao con la manina e vado a prepararmi del tè corretto col brandy, Good evening!

Such a grey day, behind clouds, behind rain…
Shimmering are lost times, mixing with the falling water.
Forever gone, always remembered.
In this moment the sound becomes you.

It’s gonna be a long, long road
Gonna be a million paths to sow
Gonna be trouble on the way
Gonna get your fair share of the pain
And there’s gonna be laughter and joy
Gonna be friends that you’re gonna destroy
And there’s gonna be family that don’t exist
And there’s gonna be people that you wished you’d never missed – just like…

Give me Wings.

Give breath to the Muse.

May the sound never stops.

Quest’anno non ho ancora messo le mani su un libro vero.
A dir la verità nemmeno su altro, a parte le istruzioni per l’uso di crema emolliente.
Sono troppo impegnata a consumare il mio tempo libero scrivendo ASTTL e rivedendo prossimi capitoli del prequel di DOR.

Non ho veramente il desiderio di mettermi a leggere, sono in uno di quei periodi compulsivi che mi prendono ogni tanto e mi tolgono il sonno.
Quei momenti nella vita nei quali c’è una voce nella tua testa che continua a gridare ‘Presto! Presto! Manca il tempo! È TARDI! È TARDI!!! AHHHHH!’

Una delle mie penne è piena da scoppiare di roba da leggere: info che mi servono, semplici curiosità, storie in inglese, dati di statistica. Tutto bloccato da almeno due mesi.
Ho l’idea che tutto quel casino di cose rimarrà intoccato per molto tempo.

Ieri ho finalmente preso in mano una fic che era da Natale che intendevo leggere, ho trovato parecchia gente su Tumblr osannarla è siccome era un pairement su HP che non avevo mai sentito la mia curiosità era abbastanza allettata.

48 capitoli non sono tanti per me, normalmente mi basta una notte per leggerli se la trama mi interessa.
*Ahhhh…che piacere leggere la notte…nessuno che ti rompa le balle e che spezzi il silenzio assoluto mentre i miei occhi passano da una riga all’altra e la mente lavora, assimilando, immaginando, dando forma al racconto di qualcun’altro. Bello bello bello!*
Quindi ieri dopo cena, mi sono armata di un paio di mon-cherì, la mia coperta ed lo schermo in economica pronta magari per cinque o sei capitoli poi nanna.

Peccato che – come al solito – le mie speranze non si siano avverate.
Alle due ero ancora lì con gli occhi a scodella e l’incredulità che segue il ‘Mamamamamamama…! AH! Cosa? Lui, lei…omioddio!!! Perchè non ne ho mai saputo niente di questo ship?!?!?!?! IO LOVVO!!!’
Più comunemente conosciuto come ‘mindblown da scoperta’ di storia veramente ben scritta ed autrice che sa cosa sta facendo. Fin troppo!

La storia in questione è una Snamione.
Ovvero per chi non lo sa (ed io ero in quella categoria fino a 22 ore fa) una Severus Piton/Hermione Granger.
Giuro che avevo tutta una serie di pensieri disgustati a proposito ed adesso no.
L’autrice è un genio.
Io sono solo l’ultima arrivata in questo ship, e porco cane…l’avessi scoperta prima questa storia!!!

Per chi fosse nel fandom HP e fosse interessato la storia è in inglese e completa.
Si chiama Second Life ed è scritta da Lariope su Ao3.

Nota: Questa storia contiene contenuti espliciti, dove sono arrivata io (cap 22) ho contato un paio di scene descrittive ma nulla di più. Io vi avvertito e me ne lavo le mani.

Bentornati alla seconda puntata del ‘Hermes è matta’.

Sono sempre stata una grande fan di The Sims fin dagli inizi.

Come potete vedere in questo post ho ricreato la mia Dreams of Reality (fiction sui NW) nel mondo Simmiano e questi sono gli ultimi scatti che ho tenuto perchè, come dire, facevano spoiler xD

Qui vedete la famigliola riunita con la nuova matricola, Moomin (cane husky xD, hanno anche un gatto ma al momento degli scatti era a caccia), e zio François.

snapshot_dcdf6e92_1cdf9220

snapshot_dcdf6e92_bcdf9271

snapshot_dcdf6e92_3cdfa720

MeriMoominCloseup

Vacanza sull’isola tropicale (questa è una gag…LoL) :

007

006

005

004

003

002

001

Numbers

tumblr_m5iopcXWob1rqc2v8

Facciamo un paio di calcoli? xD
Ieri ho finito di scrivere DOR!!!
Per quanto questa notizia mi faccia felice (tre anni di scrittura! @@)
Dal wordcount è chiaro che devo avere qualche problema di sanità mentale (88 capitoli o più semplicemente sono stata una fan molto sfegatata…xD)

DORwordcount

Quale sarà la prossima? Boh…intanto festeggiamo!!!

tumblr_m36gez8ZmD1qc0jqdo1_r2_500

…in writing, remember.
It’s always a struggle…
It’s always edit-delete-edit.
Always a ‘Oh, shit…this is worthless!’ and then ‘Baby, you’re perfect, pciù!’
Go to sleep. Ten minutes. Get up and respin the dices because ‘a light switched on’ in your head.
There’s no holiday.
No safe heaven.
No way to shut yourself down.
You just endure.

 

[Yes this is a motivational post to every writer out there. We are an army that courts dreams. We are word’s alchemists. We are warriors!]

Ah…sto scrivendo…
I posti in cui vado per scrivere…
Quelle cose che scrivi per la prima volta e sono proprio come te le sei immaginate la notte che non riuscivi a dormire ed allora macchinavi, fissando le ombre sul soffitto.
Il mood, le luci, le espressioni…sembra un film in slow-motion nella mia testa.
Quando finirà sarà troppo presto e ne vorrò ancora…

Chi l’ha detto che gli autori sono degli invasati? xD

Tired

Bisogna prendere speciali precauzioni contro la malattia dello scrivere, perché è un male pericoloso e contagioso. Pierre Abélard, Lettere a Eloisa, XII sec.

Qualcuno ci sorveglia mentre scriviamo. La madre. Il maestro. Shakespeare. Dio. Martin Amis, Territori londinesi, 1991

 

Non ho più voglia di scrivere.
Desidero solo camminare.

La Caverna delle Sette Gocce

Mi odio, sul serio…xD
Non ce l’ho fatta ed ho iniziato una nuova storia scritta in inglese, lunga e tanto per renderla un po’ meno noiosa su Godchild…
It’s like when I wrote Revenge…damn…

Quello era un progettino personale in fondo, mai pensato di pubblicarlo LoL
Ma questo? Questo sfora nel marysueismo acuto e la fangirl che è in me non può resistere quindi…
Addio all’intenzione di finire DOR, addio ad ASTTR che inizia già a darmi seri problemi di ispirazione.
Io vado a rispolverare il mio dizionario di inglese mattone e m’immergo nel vittoriano tardo.
Se non mi vedete per diciamo un paio di mesi sapete dove sono! xD
Jizabel il mio povero tesoro!

One for sorrow,
Two for joy,
Three for a girl,
Four for a boy,
Five for silver,
Six for gold,
Seven for a secret never to be told.

Per tutti i deus domani è il primo di Giugno ed a me negli ultimi giorni mi sembra di aver vissuti alcuni anni. xD
Non so se avete mai visto GOT ma c’è una particolare frase che mi viene in mente parecchio di questi tempi nonostante il preludio imminente dell’estate.
Winter is coming.
Sembra che sia del vero in queste parole, LoL…
Due settimane fa grandinava ed un fulmine ha centrato in pieno l’orologio del paese di una delle mie nonnine, fermando letteralmente il tempo alle sei e mezza della sera.
L’ho visto dalla finestra e lo spettacolo era uno di quelli da mandare brividi freddi lungo la schiena.
Comunque tornando a GOT, se andiamo di questo passo l’estate non arriverà mai dalle mie parti.
Normalmente già a metà Aprile si iniziava a soffocare con 30°, ed adesso abbiamo appena superato i 25° scarsi dopo due settimane fra i 10° ed i 20°.
Oh sì, i tempi non sono già abbastanza duri di loro, deve mettersi pure il tempo e regalarci la primavera e l’inizio estate più fredde degli ultimi due secoli! #-#

Un’altra citazione che mi viene da fare quasi senza pensarci è quella mitologica norrena: Fimbulvetr.
E pensare che ne ho anche utilizzato il poema in una mia fic! xD
In breve il termine sopra indica un’inverno lungo tre anni che distrugge tutto e sommerge la terra sotto una coltre di ghiaccio.
Alla fine diquesti tre anni parte il Ragnarok, la fine del mondo.
*Distruzione portami via…xD*
Siamo tutti disperati, davvero, siamo circondati da montagne visibilmente coperte di neve, il clima è roba da paesi scandinavi, dormiamo con tre plaid di lana e più di una sera ho tirato fuori da sotto il letto le moppine tanto per non congerlarmi le estremità.
Prossima volta che rinasco voglio essere o un cane o un gatto, tanto per il pelo ed il fatto che vengono trattati meglio di una persona in questo periodo!

 

Vabbeh…sto cercando di darmi da fare con l’inizio del sequel su Linds ma il processo si aspetta lungo e tortuoso, sto scrivendo giù una miriade di particolari che voglio inserire ma la quantità di lavoro e le ore a scrivere saranno da record questo lo so già…uff, quando ci penso mi viene voglia di nascondermi sotto il cuscino e rimandare…quindi procrastino.

Non auguratemi di mettermi a scrivere…fa troppo freddo per mettere fuori i piedi, figuriamo le dita sulla tastiera…

Brrr!

All that is

All that is now
All that is gone
All that’s to come
And everything under the sun is in tune
But the sun is eclipsed by the moon.

But…

We’re just two lost souls swimming in a fish bowl,
year after year,
running over the same old ground. What have we found?
The same old fears,
wish you were here.

Nota: Linds Lagden ti odio, non potevi rimanere ancora un’altro po’ a Tijuana?! Giusto il tempo per finire DOR!!! Mi manca ancora un pelo! xD

Scrivere è come camminare in un corridoio senza porte, non puoi che andare avanti.
Un corridoio che gira in tondo, come quello dell’acceleratore di particelle del CERN.
Proprio identico, di cemento bianco, che non ha inizio o fine.

Dopo quasi due settimane di rielaborazione serrata nutro la speranza di esserci quasi con StepLeft ma non posso metterci la mano sul fuoco…il capitolo sta raggiungendo dimensioni da capogiro.
Intanto dopo questo dovrò mettermi sotto con DOR e decidermi a rifarmi viva…xD
Credo che nei prossimi due giorni metterò da parte il topo e mi dedicherò a concludere la storia sui Nw, sento che è ora di finirla. Rattristarsi magari un po’ e poi archiviarla come una cosa del passato. Bella ma finita.
Bisogna andare sempre avanti nello scrivere, quello che ci lasciamo dietro le spalle non è altro che una fila di ricordi e traguardi. Belli da vedere ma noiosi.

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter