Tag Archive: ASTTL


UT update

Appena aggiornato dopo quasi tre mesi…LoL

Buona lettura!

Annunci

Ieri mattina ho avuto uno shock.

Non mi pare di aver scritto una sola frase delle mie storie quest’estate.

No, non l’ho veramente fatto.

Le idee sono appena dietro le mie orbite, nel profondo della mia materia grigia e impresse indelebilmente nel negativo della memoria.

Potrei recitare i capitoli che non ho ancora scritto se non fossi sul ciglio di un collasso nervoso a causa del mio stacanovismo compulsivo.

Di frequente negli ultimi giorni la mia memoria a breve termine perde colpi e mi capita di uscire e poi subito tornare indietro anche tre volte di fila per tre cose diverse alla faccia delle mie liste dettagliatissime che mi danno il buongiorno sulla porta del frigo alle cinque del mattino.

Ieri era la seconda volta che giravo le chiavi nella blindata, imprecando contro me stessa in silenzio.

Erano appena le sei del mattino e se qualcuno avrebbe punturato una delle mie vene ci avrebbe trovato del Lavazza al posto del sangue.

Nel giro di venti secondi stavo di nuovo a chiudere casa quando la porta a dirimpetto la mia si apre ed alzo lo sguardo, sorpresa.

A quel punto il mazzo di chiavi per poco non mi è caduto per terra.

TILT.
Troncatura delle trasmissioni regolari.

Pensavo di essere impazzita.

Davanti a me c’era Michelle.

Sì, la mia Michelle Hervas.

La donna che mi sono sempre immaginata quando scrivo ‘Steps’ e di Lagden e di SF.

Lì in carne ed ossa, vestita da jogging e con un’espressione un po’ titubante al mio sguardo fisso e da riccio che vede l’auto in corsa.

Occhi grigi e capelli neri, alta il giusto.

Atletica e naturalmente longilinea.

Abbronzata con un pizzico di rame nella carnagione.

Ci penso adesso e mi sale ancora la pelle d’oca!

La figura da cioccolatino me la sono fatta egregiamente.

Senza parole a fissare quella povera ragazza che ad un certo punto mi ha fatto un cenno per saluto ed si è allontanata per la tromba delle scale, certa che non avessi proprio tutte le mie rotelle a posto come minimo.

 

Ammetto che non volevo scriverlo questo post ma dopo un’intera giornata a ripensarci su ho deciso che sì, potevo farlo.

Quante possibilità ci sono che un giorno io mi ritrovi davanti un particolare parto della mia mente?

Non ci avrei mai creduto se non l’avessi vista con i miei due occhi.

Non so il suo nome, sul campanello ci sono solo delle iniziali…ma cavolo il mio cuore mi ha battuto la conga nei timpani per un buon minuto dopo che se ne era andata.

Spero solo che il prossimo a manifestarsi non sia Lagden o quello mi defenestra! 😨

3896

1 maggio, festa dei lavoratori almeno in Italia…

Quasi quasi codifico un capitolo di UT….tanto sono costretta a casa x accudire il malato… 😷

Fra una benda e dello scotch aspettatevi un aggiornamento su Efp!!!

3874

Passare la pasqua rinchiusa in casa dà i suoi frutti…

Ho sognato di passare la mia pasquetta in un bel prato con il sole a picco, ecc… solito sogno che parte tranquillo poi…
Ero lì, sdraiata in mezzo alle margherite…sola soletta e contenta a prendermi un po’ di sole che mi arrivano tre persone (due uomini ed una donna) bardati in tuta argentea tipo spaziale con strani zainetti e vari marchingegni.
Intanto, come per magia, spunta in mezzo al prato uno di quei container usati come edifici mobili tipo base spaziale. xD
Dopo alcuni scambi di parole (nel quale mi prendono per un alieno, nonostante sappia la loro lingua e li capisca!) mi pungolano con i loro strani aggeggi, cosa che inizia ad irritarmi.
Sopratutto quando mi puntano con un fucile che sembra uno di quei cannoni laser protonici alla Ghostbusters.
Minaccio di prenderlo e piegarlo a U ed loro finiscono per sedarmi.

Mi risveglio probabilmente dentro il container o qualcosa di simile.
Dalla finestrella vedevo un panorama alla 2001 Odissea nello Spazio con Luna, stelle e satelliti in orbita.
Stranamente il sedativo non mi ha lasciato rincretinita e quando mi risveglio, ancora attorniata dal gruppetto sempre in atto di pungolarmi mi volto e mi ritrovo davanti chi…?
Severus-Snape-harry-potter-23968231-500-211
Linds Lagden.
Sì, non avete letto male, proprio il topastro scimunito.
Si mangiava un saikebon fumante e quando ho esclamato tranquillizzata “Linds, è bello vederti qui!”
Sapete quello che ha fatto?
Ha smesso di masticare ed ha alzato nobilmente un sopracciglio nella mia direzione.
Li ha fermati quei pazzi psicopatici? Mi ha salvata e si è preoccupato per me, sua creatrice suprema?
Macchè…quel topo bastardo ha ripreso a tirare su i noodles e ha voltato la sedia a rotelle, dandomi la schiena…
Robe dell’altro mondo… QQ

Non so più cosa dirmi con quei due…

Cioè la storia parla di Kurt ed ieri sera Michelle ha preso la bella decisione di riempire due terzi del prossimo cap con tutt’altro… accidentacci a lei!

La sua apparente urgenza di vuotare il sacco mi sta mettendo totalmente in crisi…Non voglio svelare il fine di UT al terzo capitolo!

Poi vogliamo parlare dell’idea malata – eppure perfettamente plausibile – su Linds delle 2/3 di notte che ti fa girare le ruote dei criceti alla…

Me 1: Ma no, ma sì…
Me 2: No è assolutamente follia, non funzionerà mai e sai PURE perché.
Me 1: Eh però divertimento assicurato…
Me 2: Assicurato un corno, perderemo il sonno come le altre volte!
Me 1: sarebbe un bell’input in più ad un personaggio rodato, ecco…
Me 2: see, tutto ok se stessimo parlando non di Lagden ma di una pecora andata improvvisamente in OOC dopo vent’anni di servizio… Và a dormire Và!
Me 1: ci riuscissi! =_=
Linds: A chi lo dici, tesoro!

Scherzi a parte ho idee davvero buone e sembrano arrivarmi come dei fulmini a ciel sereno nell’ultima settimana.

Se la musa fino a giovedì scorso dormiva ora sembra in piena attività…
….dato tutti i dubbi che mi sta mettendo non so se è un bene od un male.

Intanto ho buttato giù mille paroline…e temo – temo – cosa uscirà il momento che mi metterò a comprovare la mia ultima teoria spastica sul fantomatico topastro…..

tumblr_inline_mq3e38dgwq1qz4rgp

2946

Sto lavorando al secondo capitolo di UT… Tranquilli che un aggiornamento sta per arrivare.

Intanto nell’attesa Buone Feste a tutti e speriamo che il 2017 ci saccagni meno del 2016!!!

Undoing time it’s

here

2827

Ce la posso fare…
Ho questa notte per mettermi in pari con quel stramaledettissimo trequel e postarne il primo capitolo domani…
Ho trovato un’auto, finalmente e fra pellegrinaggi che non sembrano finire mai ed il primo giorno di sole disponibile (Bici yay!) non ho aperto word manco per fare la lista della spesa.
Perché? Perché Novembre è un mese che si passa fuori dalle mie parti, gli ultimi trenta giorni fra gelo, sole freddo, nebbia e montagne bianche.
Dicembre arriva e con lui uno non ha più nessuna intenzione di uscire fuori dai meandri del piumone (per fare che quando il sole non lo vedi più come minimo fino a Febbraio?), già tanto che uno si alzi al mattino quando sembra ancora notte fonda…@@
Dai che stasera qualcosa partorirò…LoL

Nel mentre vado a fare una sortita al negozio liquori. Il tè corretto fa sempre bene.e poi domani bisogna sempre festeggiare il mio 28esimo compleanno. Crema al whisky e sherry venite dalla Hermes… xD

write_drunk_little
(This image belongs to catalanwine365.files.wordpress.com/)

2534

Apparently I wrote about something already existing in the realm of touch…
Linds suffers from lack of touch and the definition is quite true and frightening eye-opening in his case.

Touch starvation is actually a thing. The term for it that’s emerging in medical/psych circles is “skin hunger”. We as humans are meant to be much more social- and especially physically social – than we actually are, and Americans in particular are often touch starved because the casual, platonic contact that often happens between friends in other places just. Does not happen here.

There’s a really Puritan idea that’s pervaded our culture, that touch and sex are inherently linked, and it’s doing us a massive disservice. Touch is incredibly important for humans- hugs reduce blood pressure, cuddling releases oxytocin, and babies will straight up DIE without being touched enough because the stimulation releases hormones that are integral to their healthy development.

We were never meant to hold one another at arm’s length, and if you feel you need physical contact, don’t be afraid to ask for it! Hug your mom. Cuddle a friend on the couch. Ask.
There’s a good chance that they need contact just as much as you do.

Because Linds was never held in the arms of his mother and – in a sterile environment such as an orphanage – there is no space to give affection to all.
Linds lives in the shadow of its ghosts and I could almost pinpoint with certainty the moment in his life when he realizes that the touch of someone can happen and he discovers the hunger for it.
He doesn’t expressly like touch but turns out to be dependent from it and has the knowledge that touch is not necessarily tied to the deepest feelings.

If we take as true the statements above is incredibly sad to think that ‘his touch rations’ are derived mainly from encounters with people who do not form any deep imprint in his life.
I shudder at the part

babies will straight up DIE without being touched enough because the stimulation releases hormones that are integral to their healthy development’

Somehow I created a ‘monster’…in fact Linds survives his infancy alone with the help (damnation?) of his own IQ.
There’s acually a place in ASTTL, in the very early chapters were in a flashback Linds says ‘Since then, the brat was dead.  And basically I think he had never been born.’
My skin is actually crawling now the more I think about the internal layered structure of his psyche.
As a baby his thoughts were already complex enough to instinctually understand the magnitude of betrayal he was victim of.
Linds could have died not from frostbite but for heartbreak.
He could have stopped fighting for his life.
He choosed not to.
He is strong enough as a ‘brat’ to say on his own: ‘Fuck YOU! I’m going to live, to thrive, to suffer AND rise from the mud.’

And now I see him with new eyes and a newfound love…as someone would say GO LINDOR! LoL

Ovviamente sono di nuovo in modalità ricerca e costruzione…
La vacanza era già finita ma adesso il mio cervello si è risvegliato dalla pausa forzosa e non c’è più pace per una come me che scrive pure di notte, nella vasca da bagno e sopra il trono di ceramica all’occorrenza.
Ho progetti per tutte le tasche…dalla shot di chiusura ad un mondo musicale che mi ha tenuto compagnia quattro anni, al lavoretto dimenticato, alla saga megalomane, alla storia epico/medievale senza capo ne coda e perché no, magari anche un piccolo raccontino sperimentale.
In questo momento sono fissa sulla saga megalomane di LL.
Sto studiando di nuovo come una matta; oltre le 25 (25!!!) pagine di bozza della prima idea, dentro il documento ci sono altre storie correlate.
Perché i miei file doc all’inizio sono il caos completo: articoli psicologici, frasi interessanti, citazioni, pezzi musicali, moodboards e spezzoni di cento parole.
Man a mano che scrivo ‘sul serio’ il malloppo scivola sempre più in basso e si rimpicciolisce.

Per darvi un’idea: oggi a pranzo mi sono cimentata con il Myers-Briggs.
Prima ho scoperto di essere un INTP, poco sorpresa dopo aver letto la descrizione.
Poi ho fatto provare prima Linds (ENTJ) e poi Michelle (ESFJ), entrambi spiccicati all’etichetta.
Non avevo mai provato prima (ne conoscevo il significato di queste personalità) ma a quanto pare non ho bisogno di farmi pare mentali per creare un personaggio.

Trovo che il sistema MBTI sia un pochetto limitativo (16 tipi di personalità solo?!)
L’unica che mi chiedo è: ma se chi scrive è abituato ad essere ‘empatico’ (caratteristica propria dell’autore abituato ad usare la prima persona come me) cioè bloccare le proprie idee/visioni del mondo per dare spazio a quelle del personaggio fittizio.
Come fa lo stesso ad avere un solo tipo di personalità?
Sotto un certo punto di vista mi sembra una magagna grande come una casa questa…o probabilmente sono affetta da doppia/tripla/eccetera personalità xD

Song of the day

To let me dangle at a cruel angle
Oh my feet don’t touch the floor
Sometimes you’re half in and then you’re half out
But you never close the door

Due parole.

Voce e Auto.

La guida lasciatela a me od a Linds… *the Doctor spins the keys, cheeky grin *…quella lancetta dei giri che sale e sale e sale…! o.o

Mi fa venire voglia di correre!

All hail the rubik!
*The Doctor just walks in and gives a bow with his cheeky grin*

r

Quest’anno non ho ancora messo le mani su un libro vero.
A dir la verità nemmeno su altro, a parte le istruzioni per l’uso di crema emolliente.
Sono troppo impegnata a consumare il mio tempo libero scrivendo ASTTL e rivedendo prossimi capitoli del prequel di DOR.

Non ho veramente il desiderio di mettermi a leggere, sono in uno di quei periodi compulsivi che mi prendono ogni tanto e mi tolgono il sonno.
Quei momenti nella vita nei quali c’è una voce nella tua testa che continua a gridare ‘Presto! Presto! Manca il tempo! È TARDI! È TARDI!!! AHHHHH!’

Una delle mie penne è piena da scoppiare di roba da leggere: info che mi servono, semplici curiosità, storie in inglese, dati di statistica. Tutto bloccato da almeno due mesi.
Ho l’idea che tutto quel casino di cose rimarrà intoccato per molto tempo.

Ieri ho finalmente preso in mano una fic che era da Natale che intendevo leggere, ho trovato parecchia gente su Tumblr osannarla è siccome era un pairement su HP che non avevo mai sentito la mia curiosità era abbastanza allettata.

48 capitoli non sono tanti per me, normalmente mi basta una notte per leggerli se la trama mi interessa.
*Ahhhh…che piacere leggere la notte…nessuno che ti rompa le balle e che spezzi il silenzio assoluto mentre i miei occhi passano da una riga all’altra e la mente lavora, assimilando, immaginando, dando forma al racconto di qualcun’altro. Bello bello bello!*
Quindi ieri dopo cena, mi sono armata di un paio di mon-cherì, la mia coperta ed lo schermo in economica pronta magari per cinque o sei capitoli poi nanna.

Peccato che – come al solito – le mie speranze non si siano avverate.
Alle due ero ancora lì con gli occhi a scodella e l’incredulità che segue il ‘Mamamamamamama…! AH! Cosa? Lui, lei…omioddio!!! Perchè non ne ho mai saputo niente di questo ship?!?!?!?! IO LOVVO!!!’
Più comunemente conosciuto come ‘mindblown da scoperta’ di storia veramente ben scritta ed autrice che sa cosa sta facendo. Fin troppo!

La storia in questione è una Snamione.
Ovvero per chi non lo sa (ed io ero in quella categoria fino a 22 ore fa) una Severus Piton/Hermione Granger.
Giuro che avevo tutta una serie di pensieri disgustati a proposito ed adesso no.
L’autrice è un genio.
Io sono solo l’ultima arrivata in questo ship, e porco cane…l’avessi scoperta prima questa storia!!!

Per chi fosse nel fandom HP e fosse interessato la storia è in inglese e completa.
Si chiama Second Life ed è scritta da Lariope su Ao3.

Nota: Questa storia contiene contenuti espliciti, dove sono arrivata io (cap 22) ho contato un paio di scene descrittive ma nulla di più. Io vi avvertito e me ne lavo le mani.

…in writing, remember.
It’s always a struggle…
It’s always edit-delete-edit.
Always a ‘Oh, shit…this is worthless!’ and then ‘Baby, you’re perfect, pciù!’
Go to sleep. Ten minutes. Get up and respin the dices because ‘a light switched on’ in your head.
There’s no holiday.
No safe heaven.
No way to shut yourself down.
You just endure.

 

[Yes this is a motivational post to every writer out there. We are an army that courts dreams. We are word’s alchemists. We are warriors!]

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter