La sfiga è affamata di vendetta.

Prima non son stata bene, poi mi sono mandata a quel paese da sola perché non mi posso permettere di fermarmi.

Proprio in quel momento sul Nord-Ovest è calata la mano di gelo polare artico dopo – oso dirlo! – un’estate di San Martino di tre mesi!

Ed io tapina che torno a casa ai 50 all’ora con una strizza da cani.

La chevrolet darling che bene o male teneva la strada in piano con la sua stazza e peso da bisonte, il mio piede tenuto in punta sul pedale e le ruote che scivolavano leggermente ad ogni ripartenza da fermo ma trovavano grip per spingere.

Ed io che stupidamente spero nel traffico fantasma e nel fatto che l’ABS mi avrebbe permesso un minimo di grip…giù di discesa.

Col cavolo…

La poverella ci ha provato, io possibilmente no.

La morale della favola è che la Chevrolet Darling non si è fatta un’emerita mazza, l’auto davanti invece sì…

Io avevo letto che la neve sarebbe arrivata oggi.

C’è il sole.

Tempo di merda.

Punto.

da552d2309cc1de8fa8c90c2079dbd88