Category: Passato


Mobili d’altri tempi…

Alla faccia dell’Ikea!

IMG_20180506_141617

Annunci

Nota: questo è un RANT da giornata leggermente storta, avvisati e mezzi salvati. Le uscite sono lì e lì eccetera eccetera…

Se c’è una cosa che aborro – e questo davvero odio con tutto il mio cuoricino nero petrolio – è quando vado a sfoltire i miei vecchi account hotmail e yahoo…
Con l’avvento degli smartphone credo che siamo tutti passati ad un account google, più semplice da gestire e sopratutto sempre connesso, perfetto per lavorare anche nel bel mezzo della Foresta Nera o nella pausa caffè dell’autogrill.
Purtroppo, ogni quattro-sei mesi, mi tocca fare le pulizie dei vecchi account o questi mi impazziscono.
Mentre ravano nella orda eliminando l’80% sicuro di tutto quello che finisce nell’inbox mi capitano mail di spam, alcune quasi al limite della comicità puerile.
Un esempio? Materassi ergonomici e cessi autopulenti.
Fin qui potrebbe andarmi anche bene, voglio dire, una risata ti salva la vita.


Poi mi trovo le mail tipo ‘Tizio ti ha invitato su *inserire qui nome di famoso social*’.

Allora…
Fermo restando che posso comprendere la pernacchia cibernetica da server, il copia incolla della rubrica contatti da parte di suddetti social, il fatto che nessuno ha voglia di smaronarsi a pulire la mail di tanto in tanto o LEGGERE i termini e condizioni invece di spuntare affannato per andare avanti con la registrazione…

Questo tipo di comunicazioni mi fanno andare totalmente in bestia.

Cosa centro io se tu, Tizio, non riesci ad evacuare se non sei sui social 24 ore su 24?

Ancora!

Dopo secoli che non mi parli insieme che diavolo credi di realizzare scassandomi le scatole?

Tra l’altro io sono una profana, ho aspettato dieci anni il patatrac del Thumb up blu di Zuckerberg e sui social non mi sogno nemmeno di metterci piede per principio.
Ognuno può mettere la vita in fermo immagine, farsi selfie, video, anche una pera live per quello che mi interessa ma SMETTETELA DI MANDARE MAIL DI INVITI A MANETTA SU SITI DI PERALTRO DUBBIA O POCA UTILITA’!!!!

Oggi sono un cactus puntuto, lo so.

PS:
Tra l’altro…è legale che questi server carpiscano indirizzi mail?
Giuro che la domanda mi rode!
giphy

3864

Why, oh why!

When I am a bit less overworked I get the most strangest urges to write something new and powerful and possibly totally fucked up when I have stories I haven’t touched for months.

I guess that’s the untold destiny of the writer for hobby…a lot of heartbreak when you see no-one reading your pieces (because there are almost no more updates, of course!) and more pain when you know you have a good story unraveling in your mind but not the time to properly flesh it out.

I have truly one day, actually just hours, to truly decompress in a week and sitting in front of my desk watching a monitor is getting harder…

=(

I feel awful, there I wrote it.

I’m sorry for it but I guess life comes only once and we need to appreciate it to its fullest.

3816

A volte si chiudono gli occhi volutamente.

Non si vuole discutere, perdere fiato e tempo.

Ci sono cose che ti lasci fare e fai agli altri.

E Ti…che mi regala un mazzo di iris giganti totalmente fuori stagione.

Io adoro gli iris, perchè sono il memento mori di un passato remoto e morto, appunto.

And I shall always remember

That poisonous flower in May

The one thorn with no sting

And roots gripping on my neck, slowly sucking on my veins

Beautiful bloom that takes a year to flower and withers in a day.

Ho chiuso gli occhi stamattina, il mazzo fra le mani ed un petalo che mi sfiorava la guancia.

“What is it, Fräulein?”

“This is wonderful…I don’t know what to say.”

Cosa avrei dovuto dire al buzzurro del mio cuore…?

In tutte le cose!!! xD

(NOTA: questo articolo ho iniziato a scriverlo solo dopo aver letto un post di un forum, che non nominerò!!!)

Sul mio profilo ho scritto che sono una fan sfegatata di Win XP Pro SP4 Ghost.
In effetti in questo esatto momento nel tempo posseggo 3 computer in vari posti, tutti funzionanti più uno venduto (ne ho avuto almeno uno in più ma quello ha catafottuto nel giro di un mese…da quel momento me li sono montati e gestiti da sola)

Numero UNO (Il mio primissimo fisso)
Una MB Intel con CPU i386, RAM 64MB, Win 95 montato su un disco da 1.2 GB da 5 Pollici (che ancora adesso quando torna dall’economy sveglia le tortore tipo boeing in decollo), risoluzione 800×600 256 colori.
Ancora perfettamente funzionante e sul quale tengo i vecchi giochi in DOS (tipo Prince of Persia, Commander Keen etc), Word 97 e – chicca delle chicche – AutoCAD 14 (caricabile in una media di 12 minuti, il tempo per me dodicenne di farmi uno spuntino).

Numero DUE (venduto)
Una MB Sapphire Axion 300-MA26 con CPU Pentium IV Northwood da 2.4GHz, RAM DDR1 256MB, Win XP SP2 montato su un Seagate Barracuda da 60GB 3.5 Pollici (il mio primo ammmmmoooooore!!!) con disco supplementare da 20GB, risoluzione 1024×768 16 milioni di colori.

Numero TRE (ancora in mio possesso e acceso quotidianamente per sentire musica o guardare film in ULTRA HD)
Una MB MSI G45M Digital con CPU Intel Dual Core 6300 da 1.86GHz, RAM 4GB DDR2 Corsair XMS II, Win XP SP4 Ghost montato su un Western Digital Velociraptor da 300GB 2.5 Pollici 10000 rpm con scheda video supplementare Nvidia Geforce 8500GT 512MB, ventola di sistema da 120 Arctic Pro, alimentato con una power supply da 600W raffreddata a doppia ventola, per finire il sistema è agganciato in AUX ad uno stereo Philips con casse 2 x 50W Ultra Bass Sound, risoluzione 1920×1080 32bit.

Numero QUATTRO (usato esclusivamente per lavorare)
Portatile ASUS P553M serie XMMA con Intel Bay Trail M Quad-Core 3530 2.58GHz, RAM 4GB DDR3, Win 10 (in origine Win 8.1) con un WD Blue da 500GB e casse Sonic Master.

===FINE INDICE===

Questo indice è stato fatto per dire solo che sul numero TRE ho montato TS2 con tutti gli EP ed SP, 26.000 file e rotti di CC per un totale di 7GB (tra cui una cartella mods da 886 file ed una di vestiti che conta da sola 1.2GB e 6578 file).
A volte ci lavoro con TS2 aperto in sottoimpressione, la musica a palla (se non un video in full HD che non sgrana) e ‘chicca lavoratrice’ Word, Photoshop, Excel, blocco note e magari pure XMedia Recode in codifica video: la RAM in utilizzo non supera mediamente i 2GB.
Questo Sabato pomeriggio stavo preparando delle foto per una galleria con risoluzione 15000 x 12000 Pixel, il file del progetto PSD ha superato la dimensione di 2GB ed il Raptorino muggiva come una Formula1 appena uscita da un PitStop.
Il più delle volte la grafica la lavoro su questo desktop perché il portatile mi si impallina 10 volte su 10 se anche solo ci provo!

Quindi dico solo questo…
…c’è gente che ha l’idea di fare più figo con 32GB di RAM ed il raffreddamento a liquido, processori Octacore, SSD da 126GB (ironica minchia!) ect…per ammettere che TS2 non và quel granché bene sui loro Win10 nuovi fiammanti…

LoL

Baldi giovani…provate un nuovo brividino…
Tornate ad XP e toccate con mano l’ebbrezza della macchina che ti lascia modificare il sistema al limite del legale ed un disco che non da errore nemmeno preso a martellate con sei o sette processi di scrittura in corso.

Io sarò retrogada ma il mio PC la parola ‘harakiri’ non sa nemmeno cosa significa…
Quindi lunga vita agli oldies ❤

I’m smoking while I’m runnin’
This town and you better believe it, honey
I’m laughing as I’m taking my prisoners
And taking down names
I’m crying while I’m gunning
In the smoke they hear me coming
If you were me, and I was you
I’d get out of my way.

Quando ho iniziato a scrivere questo blog non ero esattamente me stessa.
Stavo percorrendo una strada dettata dal mutismo e dalla riflessione del passato al caleidoscopio.
Non ho idea di cosa vi sia piaciuto dei miei post d’allora, o del perché mi abbiate seguita.
Siete quasi 100, non un numerone per intenderci, ma tanti.
È quasi dieci anni che scrivo post, il più di quegli anni li ho passati in gabbia, as far as I could get dagli altri.
Gli ultimi ventiquattro mesi invece mi sono risvegliata a poco a poco.
Ho iniziato a volermi bene, a misurarmi con la vita.
A fondare relazioni interpersonali, a respirare perché mi è ritornata la voglia di vivere.
A Febbraio di due anni fa ho aperto gli occhi e ho deciso che il mio lutto era finito.
Quel primo anno è stato il più duro, una fortuna che quando decido qualcosa la porto inevitabilmente a termine. Fra sole che mi spaccava la nuca e allenamenti in bici con qualsiasi meteo. Studio continuo e finalmente libertà dal passato.
Il secondo anno nel quale ho incontrato strani personaggi, inevitabili clowns, compagni di ventura lavorativa, la mia fantastica Chevrolet e, ultimo ma non meno importante, Ti.
Sempre qui ho raggiunto il mio peso forma, percorso migliaia di chilometri, iniziato una collezione di vestitini che non mi sarei mai sognata di indossare prima, ho rifatto pezzo per pezzo la mia vecchia e fidata MTB da cima a fondo.
Sono tornata io, combattiva e cocciuta.
Totalmente capace di spianarmi la strada.
Viva.

Chi ero ero.
So chi sono ora, e del mio passato non mi vergogno.

I have dealt with it.
I returned to shore.
I am Hermes.
My wings have grown back.
I shall never be tamed again.

Certe volte sento il tempo…un po’ come in questi ultimi 4 giorni fra Settembre e Ottobre…

Divento schiva in estremo bisogno di un silenzio assoluto.

Del movimento ritmico delle mie gambe sui pedali della mountain bike e del mio respiro che inizia a bruciarmi nella gola a causa del primo freddo.

Le gambe che sembrano non reggermi e tremano per lo sforzo, lo sforzo della mia testardaggine perché *porco cane* io non mollo mai.

Il sole che si nasconde sopra il mio capo dietro un mare d’umidità.

Ancora un po’ e poi…inverno, tetti bianchi di brina ed il cielo che diventa lo specchio, ancora una volta.

Ti questo mio bisogno di aria credo che lo comprenda solo in parte.

Vorrebbe venire con me nelle mie sortite su due ruote, riuscirebbe anche a starmi dietro ma…

…ci sono cose che preferisco fare da sola.

…pensieri che in un determinato periodo dell’anno germogliano avvelenando l’aria che ho intorno.

…momenti in cui dai miei soliti 20 l’ora passo ai 35 e la strada brucia sotto di me.

Ti oggi mi ha tenuto il muso, io gli ho sorriso.

Non tutto può essere perfetto in Paradise.

Domani è un altro giorno.

Ed Ottobre è arrivato.

3588

Drown me into colours of years past…

D’estate, quasi sempre, riprendo in mano i miei libri…si sá che vivo solo di notte con ‘sti caldi…

Ed ogni volta che inizio mi cade l’occhio sui miei andrinople.
Tento di resistere, inutile davvero.
Finisco che li apro al solito modo.
Mi perdo.

È qualcosa di più che un’infatuazione per caratteri d’inchiostro e carta rilegata.
È un mondo che conosco a memoria, capace di risucchiarmi negli anni fra il 1880 ed il 1920 in una comunione di sensi e spiriti insieme alla prima persona della Imperatrice.

Quella bilogia rimane una delle mie letture più belle e private.
Un pilastro dal quale ho attinto anch’io inverosimilmente con Steps anche se non sembrerebbe…

Volete la mia Bibbia? Leggetevi Hannàh ed Imperatrice.

3332

Sometimes I find myself thinking about dualities.
A story can be written twice and be the same yet completely different.
Sometimes I get lost in a spiral of intrusive thoughts and find myself lacking.
That’s when I change my road even a little.
A couple of hours out, watching flames or waves.
Under a sun strong enough to melt my bones.
Shining light in the cave that is my brain where echoes never stop.

“One day when you wake up, you will find that you have become a forest. You have grown roots and found strength in them that no one thought you had. You have become stronger and more beautiful, full of life giving qualities. You have learned to take all the negativity around you and turn it into oxygen for easy breathing. A host of wild creatures live inside you and you call them stories. A variety of beautiful birds rest inside your mind and you call them memories. You have become an incredible self sustaining thing of epic proportions. And you should be so proud of yourself, of how far you have come from the seeds of who you used to be.”

– Nikita Gill, You Have Become a Forest (via meanwhilepoetry)

3111

Sometimes I truly don’t know what I need.
Somedays I look far into the horizon and I see an invisible wall.
Then there’s the freedom, the absolute where you know you can, and you will.
You take a trip with only the strenght of your legs and a bicycle, you go so high it gets quite difficult to inhale and keep pushing.
You reach the top and you’re proud of the sweat rolling down your brow.
Because you did it, against your own very cynicism.
It’s almost an year of going against my laziness and – God be my witness – I’ve changed so much no-one actually recognizes me in the streets.
Yesterday I bought my very first pair of skinny jeans size 44, it actually was a 42 on the waist but my legs are so muscled they couldn’t fit.
An year ago I was much skinnier but developing muscles I reached a healthy average weight of 53-55 kg.
All my old clothes are way to big for me now to the point that in 12 months I had to make four new holes in my leather belt.

I was afraid of changing too much, of being ridiculed, of never ever reaching my goals.

Today I can safely say I’m still myself, with 10 kg less, a somewhat round belly (yes, i hate abs workouts) and two powerful legs that can achieve an average 70 km per ride.

I am phisically and mentally strong and I am myself.

Old goals reached and new ones to come.

I shall never ever stop.

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

comeseavessileali

"What a guy, what a fool am I, to think my breaking heart could kid the moon"

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Matteo Gianino

Photography Portfolio

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Il Nemico Utile

Exoriatur Lumen Quod Gestavi in Alvo

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

tuttoquestogiallo

Ventitrè estati, ventidue inverni. Immaginare storie. Scriverle con un lapis su pezzi di carta ingiallita. Scappare lontano. Viaggiare con la mente e con il cuore. Sognare una casina bianca e un giardino pieno di rose. Leggere un libro. Guardare il mare. Ascoltare in silenzio la voce dei propri pensieri. Affacciarsi su un balcone e guardare l'alba. Fotografare un istante e conservarlo gelosamente nel proprio cuore. Fumare una sigaretta su una vecchia sdraio verde mentre guardo le stelle. Immaginare qualcuno dall'altra parte del mondo. Colorare di giallo la mia vita. Giallo. Giallo, perchè è prima del rosso. Giallo, come un limone. Giallo, come la mia canzone. Giallo, perchè disturba. Giallo, come qualche miliardo di stelle.

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter