Archive for agosto, 2018


“Best things in life are the ones you do for yourself.”
∼ myself

Annunci

Ieri mattina ho avuto uno shock.

Non mi pare di aver scritto una sola frase delle mie storie quest’estate.

No, non l’ho veramente fatto.

Le idee sono appena dietro le mie orbite, nel profondo della mia materia grigia e impresse indelebilmente nel negativo della memoria.

Potrei recitare i capitoli che non ho ancora scritto se non fossi sul ciglio di un collasso nervoso a causa del mio stacanovismo compulsivo.

Di frequente negli ultimi giorni la mia memoria a breve termine perde colpi e mi capita di uscire e poi subito tornare indietro anche tre volte di fila per tre cose diverse alla faccia delle mie liste dettagliatissime che mi danno il buongiorno sulla porta del frigo alle cinque del mattino.

Ieri era la seconda volta che giravo le chiavi nella blindata, imprecando contro me stessa in silenzio.

Erano appena le sei del mattino e se qualcuno avrebbe punturato una delle mie vene ci avrebbe trovato del Lavazza al posto del sangue.

Nel giro di venti secondi stavo di nuovo a chiudere casa quando la porta a dirimpetto la mia si apre ed alzo lo sguardo, sorpresa.

A quel punto il mazzo di chiavi per poco non mi è caduto per terra.

TILT.
Troncatura delle trasmissioni regolari.

Pensavo di essere impazzita.

Davanti a me c’era Michelle.

Sì, la mia Michelle Hervas.

La donna che mi sono sempre immaginata quando scrivo ‘Steps’ e di Lagden e di SF.

Lì in carne ed ossa, vestita da jogging e con un’espressione un po’ titubante al mio sguardo fisso e da riccio che vede l’auto in corsa.

Occhi grigi e capelli neri, alta il giusto.

Atletica e naturalmente longilinea.

Abbronzata con un pizzico di rame nella carnagione.

Ci penso adesso e mi sale ancora la pelle d’oca!

La figura da cioccolatino me la sono fatta egregiamente.

Senza parole a fissare quella povera ragazza che ad un certo punto mi ha fatto un cenno per saluto ed si è allontanata per la tromba delle scale, certa che non avessi proprio tutte le mie rotelle a posto come minimo.

 

Ammetto che non volevo scriverlo questo post ma dopo un’intera giornata a ripensarci su ho deciso che sì, potevo farlo.

Quante possibilità ci sono che un giorno io mi ritrovi davanti un particolare parto della mia mente?

Non ci avrei mai creduto se non l’avessi vista con i miei due occhi.

Non so il suo nome, sul campanello ci sono solo delle iniziali…ma cavolo il mio cuore mi ha battuto la conga nei timpani per un buon minuto dopo che se ne era andata.

Spero solo che il prossimo a manifestarsi non sia Lagden o quello mi defenestra! 😨

4060

Brief summary of this morn at 5 o’ clock:

Baby get a move on!
He says
Umpf!
I say
Come on love, it’s gonna be alright.
He says
I said no.
I say
Fräulein, for fuck’s sake, MOVE!
He looses it



No.
I say
Is it an invite?
He says

Beady eyes shine from a crevice in the pillows and blanket.

I’m not a morning person, and I HATE running, Ti!
I say

He’s smiling…evilly.
Oh no…
The next moment my soft heaven is raided and I’m upside down on his shoulder.
He whistles.

WHAT!?
I roar
You were right ma chérie, you put on weight back home.
He says
I’m still not running!
I say
Oh, that’s NOT up for debate, zierlich! Now for some breakfast…
He says

Morale della favola: controllate sempre di non aver davanti un’ossessionato della forma fisica/palestra/etc davanti prima di diventare innamorate cotte.
Sanno essere estremamente persistenti! @o@

giphy2

Lunar poetry

4052

Poco meno di due settimane alla fine di Agosto…

Sembra impossibile l’estate è ancora qui ma tornando per il weekend scopro che invece a casa l’estate è finita.

Ed è uno shock: fra tante cose che ho iniziato, ricominciato, portato a termine e magari messo anche in pausa. Mi sono dimenticata di questo posto che conoscevo come le mie tasche fino ad un anno fa ed un po’ perché no, questa non è più la tua casa, il centro del tuo mondo.

Al mattino, all’alba i tetti bagnati e quella luce obliqua nell’aria fredda, la tazzina di caffè che fuma mentre esci sul balcone e ti guardi intorno dopo aver dormito in camicia con tanto di copriletto.

La pelle d’oca sulle gambe, ed la pianta dei piedi – come fosse la prima volta – che allarghi inconsciamente sulla piastrella fredda per sapere che non stai sognando.

Le foglie degli alberi nei viali che raggrinziscono e cadono a terra mezze secche e mezze verdi.

La brezza del mattino che gira intorno alla casa. La certezza che ti parte nel petto: il caldo diminuirà sempre di più…e poi…

Il silenzio che segna la fine delle vacanze estive.

Summer is gone…I just didn’t see it this time…

Am I truly this old now?

Am I getting too wrapped up?

Shall I return to watch from amber shadows the dance of life?

preview.png

4046

I just had one of the worst days of my life…

Only saving grace is coming home to Ti in full exercise mode, stripped to the waist and putting strain to his biceps, and he does that only when he needs to get off something from his chest.

And then turns out his day was no better than mine…

So a call for take-out, and an opened bottle of cognac later, falling stars to watch over our heads…

There are things in life you just can’t buy…thanks above for small mercies…xD

I could die for thy beauty, my favourite jerk in the whole world!

Saturday night, disaster day.

Prosit to a better week in two days.

giphy1

Because there’s just ONE way to stay awake and finish all the late shit throught the night…

You play the album until your ears bleed and you’re burning to see one of the many sold-outs…

If only I was born a decade before!!! Goddammit!

Sing my darling sing!

 

Sono in ferie…
(la verità è che il caldo, l’aria condizionata ed il dormire come mamma mi ha fatto l’hanno avuta vinta, mi ritrovo con il raffreddore ad Agosto…yeeee xD)

Sto spulciando lentamente fra la montagna di millemila post in rss feed sulle novità di CC per the sims.
Un mucchio di roba che prevedo il mio gioco non gradirà che aggiunga LOL.
Fatto rimane che non mi sono mai interessata particolarmente ai giochi immediatamente dopo TS2..a parte TS Medieval e Castaway che non ho trovato malaccio se giocati con parsimonia.

Sì, qualche anno fa ho giocato due giorni a TS3 per pura curiosità (cavalli e destinazione vacanza con tombe da esplorare…non per altro!) ma l’ho trovato lento, con grafica da far piangere il mio povero dual core e buggato: due savegame ed il quartiere non si apriva più senza CC!

Dato l’inaspettato tempo libero pensavo di dare un’occhiata a TS4 ma…

…fa davvero ribrezzo.
Dicono che è più leggero ma quel feel da cartone animato e tutto quel casino con tratti, sliders ect…
Ho visto CC da vomito, e sim che se fossero gente reale sarebbero peggio che deformi, nemmeno la chirurgia plastica!!!
Posepacks, drama Adfly/Patreon e scopiazzate a parte … … ma li avete visti i prezzi di espansione e stuff packs?! Il loro numero poi?!
Per non parlare delle Patch da aggiornamento subitaneo ogni volta che apri Origin (tra l’altro sta storia non la capisco…c’è pure la versione TS2 che a quanto pare non funziona per nessuno!) ed i mod che di conseguenza devono essere riaggiornati tutti in supporto.

Nah…meglio TS2…l’ho sempre detto io…
Retrogrado sarà pure ma funziona, costava meno, si avvia ed è quasi totalmente resettabile se sai dove mettere le mani/SimPE senno si ritorna ai cari vecchi dischi di installazione!

Bacio, se mi volete mandate una cartolina al Takemizu village dove sta il ninja! xD

4036

“Do you have to go home, Fräulein?”

It’s the timbre of his voice.
That lost air he fights so hard to keep reined in.
His big hands curled up on the desk.
I don’t know what is happening to Ti in these last few days but I’m worried.
He seems in another world, a darker one, him so lively and dinamic like I’ll never be.
I’ve been tempted to ask…god, I’m dying to ask and I’m respecting his personal space…
What can I do?
His eyes are literally screaming at me to stay.
At home I have so many things to do, to finish, to explore but that look is scaring me shitless…

“No, I don’t…”


I’m here Ti.
Even if you’ll never tell me what’s wrong.
Because I…care.
 

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

INTJ:Break-The-Chain

Empower Yourself

unbolt me

the literary asylum

Poetica di Viaggio

Equilibrio tra preparazione e improvvisazione, tra emozione e razionalità

Bikes Philosophy

We're gonna travel the world by bike to spread love, respect and culture of bicycle all over!

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Tea Leaves and Reads

“As always, one of her books was next to her.” ― Markus Zusak

Mathew Lyons

WRITER & HISTORIAN

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Ps: Fun & Travels

Blog Idee viaggio

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Dimension Gate

"All worlds, all of time are yours to explore"

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

April is such a Cursed month

Permanent wounds that never heal.

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

Vivoescrivo

God Hates Us All!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Anette Olzon Italia

Your first Italian source about Anette Olzon

Show me a garden that's bursting into life

I'm contemplating thinking about thinking

Kathryn Dawson Photography

"Vision is the Art of seeing the invisible" - Jonathon Swift -

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

the m0vie blog

an Irish nerd's eye look at the world of film

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Meanwhile, back at the ranch...

music, poetry, musings, photography and philosophy from a woman who found her way back home and wants you to come over for a hike and a cocktail.

F. H. Hakansson

F. H. Hakansson - Writer

The Harry Potter Companion

the story, the beauty, and the magic of harry potter