Scrivere è come camminare in un corridoio senza porte, non puoi che andare avanti.
Un corridoio che gira in tondo, come quello dell’acceleratore di particelle del CERN.
Proprio identico, di cemento bianco, che non ha inizio o fine.

Dopo quasi due settimane di rielaborazione serrata nutro la speranza di esserci quasi con StepLeft ma non posso metterci la mano sul fuoco…il capitolo sta raggiungendo dimensioni da capogiro.
Intanto dopo questo dovrò mettermi sotto con DOR e decidermi a rifarmi viva…xD
Credo che nei prossimi due giorni metterò da parte il topo e mi dedicherò a concludere la storia sui Nw, sento che è ora di finirla. Rattristarsi magari un po’ e poi archiviarla come una cosa del passato. Bella ma finita.
Bisogna andare sempre avanti nello scrivere, quello che ci lasciamo dietro le spalle non è altro che una fila di ricordi e traguardi. Belli da vedere ma noiosi.

Annunci